Translate

domenica 28 agosto 2016

I quattro messaggi dati della Regina della Pace nel mese di agosto 2016


 Messaggio del 2 agosto 2016
Cari figli, sono venuta a voi, in mezzo a voi, perché mi diate le vostre preoccupazioni, affinché possa presentarle a mio Figlio e intercedere per voi presso di lui per il vostro bene. So che ognuno di voi ha le sue preoccupazioni, le sue prove. Perciò maternamente vi invito: venite alla Mensa di mio Figlio! Egli spezza il pane per voi, vi dà se stesso. Vi dà la speranza. Egli vi chiede più fede, speranza e serenità. Chiede la vostra lotta interiore contro l’egoismo, il giudizio e le umane debolezze. Perciò io, come Madre, vi dico: pregate, perché la preghiera vi dà forza per la lotta interiore. Mio Figlio, da piccolo, mi diceva spesso che molti mi avrebbero amata e chiamata “Madre”. Io, qui in mezzo a voi, sento amore e vi ringrazio! Per mezzo di questo amore prego mio Figlio affinché nessuno di voi, miei figli, torni a casa così come è venuto. Affinché portiate quanta più speranza, misericordia e amore possibile; affinché siate i miei apostoli dell’amore, che testimonino con la loro vita che il Padre Celeste è sorgente di vita e non di morte. Cari figli, di nuovo maternamente vi prego: pregate per gli eletti di mio Figlio, per le loro mani benedette, per i vostri pastori, affinché possano predicare mio Figlio con quanto più amore possibile, e così suscitare conversioni. Vi ringrazio!

            ----------------------------------------
Carissimi, ecco ciò che Ivan ha riferito circa l’apparizione da lui avuta stasera, venerdì 12 agosto 2016, alla croce blu alle ore 22:00:
«Anche stasera la Madonna è venuta a noi gioiosa e felice e, all’inizio, come sempre ci ha salutati tutti col suo materno saluto: “Sia lodato Gesù, cari figli miei!”.
Poi per un periodo di tempo ha pregato con le mani distese qui su tutti noi. In seguito ha pregato in particolare qui su tutti voi malati presenti.
Poi ha detto: “Cari figli, anche oggi vi invito alla perseveranza nella preghiera. Pregate, cari figli, in particolare per la perseveranza nella preghiera famigliare. Oggi prego insieme con voi per la famiglia. Desidero, cari figli, la santità nella famiglia, affinché ci siano più famiglie sante, che preghino e vivano le parole di mio Figlio e i messaggi che vi do. Grazie, cari figli, per aver anche oggi risposto alla mia chiamata”.
Poi la Madonna ci ha benedetti tutti con la sua benedizione materna, e ha benedetto tutto quello che avete portato perché venisse benedetto. Ho raccomandato tutti voi, le vostre necessità, le vostre intenzioni, le vostra famiglie. In particolare ho raccomandato voi malati e sacerdoti presenti. Poi la Madonna ha continuato a pregare qui su tutti noi e in questa preghiera se n’è andata, nel segno della luce e della croce, col saluto: “Andate in pace, cari figli miei!”»

           -------------------------------------------------

 Messaggio, 25 agosto 2016
"Cari figli! Oggi desidero condividere con voi la gioia celeste. Voi, figlioli, aprite la porta del cuore affinché nel vostro cuore possa crescere la speranza, la pace e l’amore che solo Dio dà. Figlioli, siete troppo attaccati alla terra e alle cose terrene, perciò Satana vi agita come il vento lo fa con le onde del mare. Perciò la catena della vostra vita sia la preghiera col cuore e l’adorazione a mio Figlio Gesù. A Lui offrite il vostro futuro per essere in Lui gioia ed esempio per gli altri con le vostre vite. Grazie per aver risposto alla mia chiamata.”

             -------------------------------------------

MESSAGGIO STRAORDINARIO DELLA REGINA DELLA PACE A IVAN.
ORE 22 DEL 26 AGOSTO 2016
MEDJUGORJE

"CARI FIGLI ANCHE OGGI IN MODO PARTICOLARE DESIDERO INVITARVI A VIVERE I MIEI MESSAGGI...CARI FIGLI NON PARLATE SOLTANTO DEI MIEI MESSAGGI MA VIVETELI...SIATE IL MIO SEGNO VIVO...SEGNO DELLA MIA PRESENZA QUI...IRRADIATE ALTRI CON LA VOSTRA PRESENZA...PREGATE CARI FIGLI DI PIÙ IN QUESTO TEMPO...PREGATE INSIEME CON ME PER LE MIE INTENZIONI. SEGUITEMI CARI FIGLI, VIVETE I MIEI MESSAGGI, NON TEMETE IO SONO CON VOI E INTERCEDO PER VOI PRESSO MIO FIGLIO...GRAZIE CARI FIGLI PERCHE' ANCHE OGGI AVETE RISPOSTO ALLA MIA CHIAMATA"
Anche questa sera la Madonna è venuta gioiosa e felice e ci saluta tutti con il suo saluto materno "SIA LODATO GESÙ CARI FIGLI MIEI" poi stende le sue mani e prega su tutti i presenti saliti sulla collina...in modo particolare sui malati.....
...Dopo la Madonna ha benedetto tutti ed ha pregato su ognuno e se ne è andata nel segno della Luce e della Croce con il saluto "ANDATE IN PACE CARI FIGLI MIEI".

giovedì 18 agosto 2016

La mia testimonianza su quello che ho vissuto e provato a Medjugorje.



Testimonianza di
             Mariano Fernando Polimeno
Ho vissuto un’esperienza indimenticabile toccando con lo spirito l’amore immenso di Maria e di nostro Signore. Da credente, poco praticante, da peccatore comune, ho fortemente voluto toccare il suolo sacro di Medjugore. Volevo farlo da tempo, esattamente dalla fine del 2012, un anno da dimenticare che ha cambiato la mia vita perchè sono stato operato alle corde vocali presso il san Raffaele....un intervento delicato ma grazie a Dio riuscito nonostante la mia voce sia cambiata....e così la mia vita nel suo essere.
Continuo ancora ad insegnare grazie alla mia forza di volontà e alla passione per l'insegnamento. Ma in quei momenti l'immagine di Gesù misericordioso e della Madonna mi sono state di conforto e sostegno.
Dopo l'intervento è scattato quel gran desiderio di Medjugorie.....sentivo di doverlo fare. Tre anni ho atteso....poi l'occasione buona e ci sono stato con degli  amici che ci vanno ormai da anni. Non ho chiesto nulla a Maria, solo il mio grazie.


Sentivo che era giunta l’ora di compiere questo viaggio. Non mi pentirò mai di averlo portato a termine. Benedetto sia il Signore e la sua grande Madre per quello che mi hanno fatto vivere e sentire in questi giorni di permanenza. Un benessere sin da subito, un senso di protezione mai provato prima, una pace interiore devastante. Non è semplice neanche per uno che con il lessico ci marcia tutti i giorni trovare le parole giuste per meglio far capire a voi, amici, quanto provato in termini di pace e amore. Nessuno mi parlava o era lì a condizionarmi su chissà quali storie….tutto accadeva da sé, spontaneamente nel silenzio della contemplazione. Sensazioni bellissime provate già al primo contatto con la statua della Madonna posta nella chiesa di san Giacomo, una Madonna incantevole, trascinante. Ti ponevi accanto a Lei e ne sentivi l’abbraccio….Lei ci chiama e Lei ci accoglie abbracciandoci e spogliandoci di ogni timore e paura. Poi le grandi camminate, per niente semplici da portare a termine ma fattibili con la forza della fede e con il sostegno della grande Madre….La camminata a piedi nudi che mi ha portato in cima alla collina delle apparizioni dove imperava la Vergine bianca che con grande amore accoglieva i suoi figli. E che dire dell’emozione provata aggrappandomi ai piedi del Cristo in croce, proprio lì a due passi dalla Madre. Lì non ho compreso più nulla, un abbraccio in totale silenzio, ad occhi chiusi………..
Ero aggrappato ai piedi del mio Gesù, Quello che spesso si dimentica di onorare nel rincorrere mete vane e inutili. Lì no, lì qualcosa mi chiamava a Lui, lì tolta ogni remora e paura me lo sono abbracciato stretto stretto sentendone tutta la protezione possibile. Sarei rimasto li aggrappato se non fosse che occorreva dare spazio anche agli altri figli. Credetemi amici miei una sensazione da provare. Poi la salita al monte della Croce, interminabile….e tanta meditazione, davvero tanta, inevitabile e spontanea. 




La farfalla poggiata sul mio piede, ha creato un bel pò di emozione. Eravamo giunti sulla collina ed eravamo impegnati nella recita del Rosario....quando questa farfalla ha cominciato a volteggiarmi attorno sino a posarsi sul piede, sostando per quasi tutto il Rosario....Ho visto dell'emozione attorno a me.....senonchè dopo ho chiesto la motivazione....e mi è stato detto che la farfalla in quel luogo sacro è la persona più cara scomparsa che trovandoti in uno stato di grazia viene a trovarti. Premetto che la sera prima sul sagrato della Chiesa di san Giacomo avevo superato un peso che da tempo mi portavo addosso, ossia la confessione. Questo sacramento che da oltre 40 avevo abbandonato...

 E voglio chiudere questa mia riflessione con la grande gioia di vivere tutto con migliaia di giovani provenienti da ogni dove, giovani che pregavano, cantavano e ballavano. I giovani che sanno divertirsi anche senza ricorrere a false chimere, che non necessitano di alcool o droghe, i giovani che sanno tendere la mano e sanno sorridere. E’ stato stupendo vivere tutto questo ed è inutile negare che si ritorna cambiati, di certo gioiosi e positivi ma anche con la consapevolezza che il difficile comincia ora perché ci si sente pronti alla battaglia per aiutare tutti coloro che da Dio si sono allontanati.
Un cuore triste non può vedere Dio, né sentire l’ala protettiva della Madonna….Bisogna reagire, combattere, pregare affinchè il male non prenda il sopravvento e bisogna farlo con la Preghiera, quotidianamente, occorre riportare il sorriso nei cuori di tutti perché solo in questo modo il mondo può tornare a sorridere. A distanza di giorni, tornato nella mia Gallipoli, in Puglia, continuo ad avvertire quella sensazione meravigliosa di abbraccio materno disceso dall’alto e il mio cuore ancora gioioso, una gioia incomparabile che mi fa quasi camminare sollevato da terra. Ci si sente sereni, vogliosi di dare amore, trasmettere positività e chiunque mi incontri vede nei miei occhi una luce nuova e rimane attratto dal mio dire. Sono andato a Medjugorie non per chiedere miracoli o chissà che ma solo per ringraziare e ricevere forza, rinvigorire la mia fede e ne sono uscito piacevolmente sconvolto con tanta voglia di ritornare. Cosa aggiungere se non la preghiera che Iddio e la Mamma di tutti ci aiuti in questo cammino terreno.

                                      VIDEO 
                      ( cliccare sull'immagine)




               



lunedì 15 agosto 2016

Solennità dell’Assunta a Medjugorje


Lunedì 15 agosto ricorrerà la Solennità dell’Assunzione della Beata Vergine Maria al Cielo. Presso la chiesa parrocchiale di San Giacomo a Medjugorje, le Sante Messe in lingua croata verranno celebrate alle ore 6:00, 7:00, 8:00, 9:00 e 11:00, mentre la Santa Messa serale sarà alle ore 19:00. Anche quel giorno, il programma liturgico di preghiera serale avrà inizio alle ore 18:00, con la preghiera del Rosario. In questi giorni immediatamente precedenti la Solennità dell'Assunta, a Medjugorje sono presenti gruppi di pellegrini stranieri provenienti dall'Austria, dalla Germania, dall’Irlanda, dagli USA, dall’Italia, dalla Francia, dalla Polonia, dalla Spagna, dall’Ungheria, dalla Slovacchia, dal Belgio, dalla Croazia, dalla Repubblica Ceca, dalla Slovenia, dal Vietnam, dall’Ucraina, dal Libano e dall’Inghilterra.

Messaggio del 12 agosto 2016 straodinario


Carissimi, ecco ciò che Ivan ha riferito circa l’apparizione da lui avuta stasera, venerdì 12 agosto 2016, alla croce blu alle ore 22:00:
«Anche stasera la Madonna è venuta a noi gioiosa e felice e, all’inizio, come sempre ci ha salutati tutti col suo materno saluto: “Sia lodato Gesù, cari figli miei!”.
Poi per un periodo di tempo ha pregato con le mani distese qui su tutti noi. In seguito ha pregato in particolare qui su tutti voi malati presenti.
Poi ha detto: “Cari figli, anche oggi vi invito alla perseveranza nella preghiera. Pregate, cari figli, in particolare per la perseveranza nella preghiera famigliare. Oggi prego insieme con voi per la famiglia. Desidero, cari figli, la santità nella famiglia, affinché ci siano più famiglie sante, che preghino e vivano le parole di mio Figlio e i messaggi che vi do. Grazie, cari figli, per aver anche oggi risposto alla mia chiamata”.
Poi la Madonna ci ha benedetti tutti con la sua benedizione materna, e ha benedetto tutto quello che avete portato perché venisse benedetto. Ho raccomandato tutti voi, le vostre necessità, le vostre intenzioni, le vostra famiglie. In particolare ho raccomandato voi malati e sacerdoti presenti. Poi la Madonna ha continuato a pregare qui su tutti noi e in questa preghiera se n’è andata, nel segno della luce e della croce, col saluto: “Andate in pace, cari figli miei!”»

lunedì 8 agosto 2016

Messaggio del Cardinal Schönborn ai giovani che hanno partecipato al Festival a Medjugorje


data: 05.08.2016.
Anche quest’anno il nostro caro amico di Vienna, il Cardinale Christoph Schönborn, ha voluto avere un ricordo per tutti i partecipanti al Festival dei Giovani:
 
“Cari fratelli e sorelle giovani!
Dopo i giorni meravigliosi della Giornata Mondiale della Gioventù a Cracovia con Papa Francesco, a cui anch’io ho partecipato, mi rallegro particolarmente nell’inviare i miei saluti a voi, riuniti a Medjugorje. Avete nuovamente risposto all’invito della Madonna in così gran numero, e siete disposti a lasciare che lei vi conduca nuovamente a Gesù. In questo Anno Santo della misericordia, a Lei e al Figlio suo potete portare ogni cosa: tutto ciò che vi appesantisce e vi provoca dolore; tutto quello in cui siete inciampati o siete caduti, ma anche ogni cosa in cui avete avuto successo o che vi dà gioia.

 
NULLA può separarci dall’amore di Cristo, che sorpassa ogni intelligenza. Chiedo ad ognuno di voi di pensare al fatto che Gesù lo ama davvero: Lui TI conosce e TI comprende. Egli TI perdona e TI tiene con forza tra le sue braccia. La Madonna è tua Madre e ti guarda. Possano queste essere per voi giornate benedette! Pregate per il nostro caro Papa Francesco!
 
Il vostro Cardinal Schönborn”.

martedì 2 agosto 2016

Messaggio del 2 agosto 2016

Cari figli, sono venuta a voi, in mezzo a voi, perché mi diate le vostre preoccupazioni, affinché possa presentarle a mio Figlio e intercedere per voi presso di lui per il vostro bene. So che ognuno di voi ha le sue preoccupazioni, le sue prove. Perciò maternamente vi invito: venite alla Mensa di mio Figlio! Egli spezza il pane per voi, vi dà se stesso. Vi dà la speranza. Egli vi chiede più fede, speranza e serenità. Chiede la vostra lotta interiore contro l’egoismo, il giudizio e le umane debolezze. Perciò io, come Madre, vi dico: pregate, perché la preghiera vi dà forza per la lotta interiore. Mio Figlio, da piccolo, mi diceva spesso che molti mi avrebbero amata e chiamata “Madre”. Io, qui in mezzo a voi, sento amore e vi ringrazio! Per mezzo di questo amore prego mio Figlio affinché nessuno di voi, miei figli, torni a casa così come è venuto. Affinché portiate quanta più speranza, misericordia e amore possibile; affinché siate i miei apostoli dell’amore, che testimonino con la loro vita che il Padre Celeste è sorgente di vita e non di morte. Cari figli, di nuovo maternamente vi prego: pregate per gli eletti di mio Figlio, per le loro mani benedette, per i vostri pastori, affinché possano predicare mio Figlio con quanto più amore possibile, e così suscitare conversioni. Vi ringrazio!

Lettera scritta dal veggente Jakov

Associazione umanitaria
"LE MANI DI MARIA "
Fondata e guidata dal veggente Jakov di Medjugorje.

"Gentilissimi
                 Attraverso questa lettera vogliamo farVi conoscere le attività dell'Associazione Ummanitaria "Le Mani di Maria" e invitarVi di sostenerci in questa Missione.
Associazione Umanitaria "Le Mani di Maria" e nata a Luglio del 2016 a Medjugorje, con un unico obiettivo di aiutare poveri e bisognosi, tutti coloro che si trovano nelle difficoltà.
Prima della fondazione di questa Associazione abbiamo agito per tre anni nella Parrocchia di Medjugorje come Uficcio per i bisognosi.
Per fare del bene ed aiutare il prossimo ci hanno incoraggiato le parole della Madonna Regina della Pace ... " Vi invito anche oggi di esser Amore li dove c'è odio, il cibo li dove c'è la fame. Aprite i vostri cuori figlioli e che le vostre mani siano tese e generose, perché ogni creatura possa Ringraziare a Dio Creatore." (Messaggio del 25 Settembre 2004)

Ascoltando i Messaggi della Madonna e capendo ciò che Lei vuole da noi, abbiamo deciso di rispondere al Suo invito e di diventare le Sue Mani tese.
Abbiamo compreso che ogni uomo e invitato di fare del bene ed aiutare a migliorare questo mondo, per renderlo più bello e migliore.
Per realizzare tutto ciò non abbiamo bisogno di grandi cose, ma dei piccoli gesti d'amore.
Fino ad ora abbiamo rinnovato diverse case, rifatto e ripulito diversi giardini, visitiamo le Case di riposo per gli anziani e ospedali. Aiutiamo le famiglie numerose, paghiamo le bollette a coloro che non se lo possono permettere, ai malati senza un sussidio statale compriamo i medicinali. Più di 200 famiglie e persone singole ogni mese ricevono i pacchi con il cibo.

In poco tempo ad aiutare il lavoro di questa Associazione si sono iscritte 50 persone volontari. Si tratta dei giovani volentierosi di Medjugorje e Brotnjo, i quali il loro tempo vogliono donare al fratello e uomo bisognoso.
I volontari hanno regolari incontri di preghiera, riunioni di lavoro e attivamente partecipano nelle attività della Associazione.

Voglio ringraziare a Tutti Coloro che fino ad ora hanno partecipato ai nostri progetti e ci hanno aiutato a fare del bene, a poter donare la speranza e diffondere l'Amore e la Pace.
Siamo felici che attraverso il vostro aiuto possiamo essere Le Mani di Maria!
Per ogni informazione potete contattare il seguente nostro numero
00387/36653307
Facendo le donazioni di denaro aiutate a realizzare il traguardo della missione di questa Associazione "Le Mani di Maria"

Le donazioni potranno essere effettuate attraverso i seguenti numeri dei Conti Corenti:
Associazione Ummanitaria "Le Mani di Maria"
Piazza della Signora 1 (Gospin Trg 1) 88 266 Medjugorje

Pagamento dalla B i H
Reifeissen Bank
Zmaja od Bosne BB
Sarajevo
Ziro racun ( Conto Corrente). 161000016333066

Donazioni dal estero:
Reifeissen Bank
Zmaja od Bosne BB
Sarajevo
Swift Code: RZBABA2S
IBAN Code: BA391610000163330066

Nella speranza che ci sosterrete nel nostro lavoro, Vi Ringraziamo e Vi salutiamo cordialmente
Con il rispetto
JAKOV COLO, presidente della Associazione "Le Mani di Maria"


Fonte:http://www.brotnjo.info/index.php?option=com_content&task=view&id=12991&Itemid=1