Translate

domenica 5 gennaio 2014

EPIFANIA O BEFANA: SEI CRISTIANO O PAGANO?


Il nome Epifania deriva dal greco antico e significa “manifestazione”; la parola befana è la corruzione o storpiatura lessicale di Epifania, attraverso bifanìa e befanìa. 
Basta cambiare la p in b, e la parola è trasformata: può cambiare anche di significato. Come potete benissimo notare, dire oggi epifania e dire befana non è la stessa cosa. Befana richiama qualcosa di profano, Epifania richiama qualcosa di Sacro. Ed è su questa distinzione di significati, pur originati dalla stessa parola “Epifania”, che la festa ha avuto nel recente passato una strana storia di soppressione prima, e di ripristino poi. La festa dell'Epifania era stata trasferita alla domenica successiva nel 1977, poi è stata ripristinata al 6 gennaio nel 1986. Ma ecco il grottesco: è stata ripristinata come festa laica della befana. 
Allo Stato non interessava la festività religiosa. Questo già dice tutto; lo Stato fa di tutto per “laicizzare” le feste religiose. 
Se la parola Epifania significa, dunque, “manifestazione”, allora capiamo l’intenzione originaria della Chiesa che non consisteva nell’evidenziare un episodio, quello dei Magi, ma nell’andare oltre, tanto è vero che, originariamente, in questa festività si ricordavano altri eventi in cui Dio ha manifestato la sua gloria, ad esempio il battesimo di Gesù e il miracolo di Cana con la trasformazione dell’acqua in vino. In altre parole: il racconto dei magi ci narra un fatto veramente avvenuto,dall’evangelista Matteo.

Noi invece, attraverso la menzogna, la vanità ed il vizio, abbiamo trasformato questo dono immenso e Sacro, in un qualcosa che sa di stregoneria, di commerciale e di brutto (befana appunto). 

PER QUANTO ANCORA CI LASCEREMO FREGARE NOI CRISTIANI ?(ma lo siamo realmente?)

Nessun commento:

Posta un commento