Translate

mercoledì 15 gennaio 2014

Nella commissione IOR c'è anche il cardinale austriaco Christoph Schonborn molto legato a Medjugorje


Il Papa rinnova la commissione Ior
Confermato solo il cardinale Touran

Papa Francesco ha rinnovato per il prossimo quinquennio, la Commissione Cardinalizia di vigilanza dello Ior, composta ora dal segretario di Stato vaticano Pietro Parolin, dal cardinale austriaco Christoph Schonborn, dal cardinale canadese Thomas Christopher Collins, da Jean-Louis Tauran, presidente del Pontificio Consiglio per il Dialogo Interreligioso e da Santos Abril y Castello', arciprete della Basilica Papale di S.Maria Maggiore. Il rinnovamento arriva dopo tanti scandali

ROMA -Papa Francesco ha nominato, rinnovandola per i prossimi cinque anni, la nuova Commissione cardinalizia di vigilanza sullo Ior, l'Istituto Opere Religione. Dei cinque cardinali che la compongono, soltanto uno – Jean Louis Tauran presidente del Pontificio Consiglio per il dialogo interreligioso- e' stato confermato fra i componenti della precedente Commissione cardinalizia.
Il rinnovamento della commissione arriva dopo il coinvolgimento dell’Istituto opere religiose in molti scandali: dalla gestione di Paul Marcinkus e i rapporti con il Banco Ambrosiano di Roberto Calvi, dal caso Fiorani e della Bpi all’inchiesta sulle grandi opere, che coinvolsero l’imprenditore Anemone e l’ex presidente del Consiglio superiore dei lavori pubblici Balducci, arrestato per corruzione.
Entra a far parte della Commissione - che non ha ancora un presidente - anche il nuovo Segretario di Stato vaticano, Pietro Parolin recentemente designato cardinale e la cui nomina sarà effettuata al prossimo Concistoro in programma dal 20 al 22 febbraio.
Gli altri tre membri della Commissione Cardinalizia di vigilanza sullo Ior sono i cardinali Christoph Schoenborn, arcivescovo di Vienna, Thomas Christopher Collins, arcivescovo di Toronto e Santos Abril y Castello', arciprete della basilica papale di Santa Maria Maggiore a Roma.
La precedente Commissione Cardinalizia di vigilanza sullo Ior era stata rinnovata a febbraio da papa Benedetto XVI. Il presidente era l'allora Segretario di Stato vaticano Tarcisio Bertone. Gli altri membri erano: Jean Louis Tauran, presidente del Pontificio Consiglio per il dialogo interreligioso, unico a essere stato confermato; Domenico Calcagno, presidente dell'Apsa; Odilo Scherer, arcivescovo di San Paolo del Brasile; Telesphore Toppom arcivescovo di Ranchi in India.
Padre Federico Lombardi, portavoce del Vaticano, a proposito del fatto che nella nota della sala stampa vaticana non viene riportato quale cardinale avrà la presidenza della Commissione sullo Ior, ha riferito che "il presidente potrebbe essere nominato dalla stessa Commissione, nelle prossime riunioni".

Papa Francesco ha, poi, confermato alla guida della Pontificia Commissione per l'America Latina il presidente, cardinale Marc Ouellet, e il segretario, professor Guzman Carriquiry, che - insieme al direttore dell'Osservatore Romano Giovanni Maria Vian - è il laico che ricopre il più alto incarico nell'organigramma vaticano. Nell'organismo – che fa capo alla Congregazione per i vescovi - entra anche, come consigliere, il nuovo segretario del Sinodo Lorenzo Baldisseri, che sostituisce anche in questo incarico il suo predecessore Nicola Eterovic, tornato dopo un decennio nunzio apostolico e trasferito a Berlino in questa veste. Tutti gli altri consiglieri e membri sono stati confermati, compreso il cardinale di San Paolo del Brasile, Odilio Scherer che Francesco ha espunto oggi dalla commissione cardinalizia di vigilanza sullo Ior.


Ultima Modifica: 15 gennaio 2014, 19:37

Nessun commento:

Posta un commento