Translate

martedì 28 gennaio 2014

Ricorda SEI UNO ZERO , non ti vantare " CHI SI VANTA SI VANTI NEL SIGNORE "

. A chi davvero si vanta della propria giustizia è stato detto: Che cosa mai possiedi che tu non abbia ricevuto? Quindi, chi si vanta si vanti nel Signore. Che cosa c'è infatti di più sicuro che vantarsi in Colui riguardo al quale assolutamente nessuno può riceverne confusione? Giacché, se ti sarai vantato nell'uomo, appunto nell'uomo si può trovare un motivo; anzi, nell'uomo se ne possono trovare molti e, quanto ad essi, deve provare confusione chi si vanta in lui. Quando poi ascolti che non ci si deve vantare nell'uomo, neppure in te, certamente; infatti non è che tu non sei un uomo, perciò se ti vanti in te, ti vanti nell'uomo; e ciò è di maggiore stoltezza ed è più detestabile. Poiché, se ti sarai vantato in un uomo giusto o in un altro, sapiente, quello non si vanta in sé, e tu così ti vanti; tu, invece, vantandoti in te ti vanti in un uomo che non è saggio e non è giusto; ma se non conviene vantarsi in un uomo saggio, molto meno conviene vantarsi in un uomo che non lo è. Ora chi si vanta in se stesso, si vanta in un uomo che non è saggio. Evidentemente, proprio per il fatto che si vanta in se stesso, si manifesta insipiente. Perciò, chi si vanta, si vanti nel Signore. Niente di più sicuro, niente di più sereno. Se puoi, conserva in che appoggiarti, vantandoti nel Signore, non vieni confuso. Niente di riprovevole infatti si può trovare in colui nel quale ti vanti. E' per questo anche che non diceva: Nella mia giustizia liberami, ma: Nella tua giustizia liberami;

Nessun commento:

Posta un commento