Translate

sabato 11 gennaio 2014

Vi supplico: non venire se poi non vuoi essere sottomesso alla grazia.

P. JOZO: LA MADONNA INSEGNA (Tihalijna, maggio ‘87)
Vi supplico: non venire se poi non vuoi essere sottomesso alla grazia. Non venire, ti prego, se poi non permetti alla Madonna di educarti. E’ meglio per te! E’ meglio per la Chiesa. La Madonna non ha detto “recitare” il Rosario. Ma ha detto “PREGATE IL ROSARIO”. La preghiera non si recita. Si prega con il cuore.
SE NON AMI NON PUOI PREGARE
Se non amo, non so pregare. San Paolo ha scritto: “Lo Spirito Santo prega in noi, abita in noi, ama in noi”. Se io non amo, non ho lo Spirito Santo, manca lo Spirito. Sono Satana, come dice Gesù a Pietro. Se odio qualcuno, io non posso pregare; se rifiuto qualcuno, io non posso pregare. Questa è la regola per pregare e per amare. Poi: l’amore comincia in te stesso. Ma se tu non sai accettarti così come sei, tu non puoi accettare tuo marito. E se tu non sei contenta del tuo volto, della tua fisionomia come fai a dire “non mi piaci”? Noi tutti siamo belli se sappiamo amare. Subito si avverte chi non ama. Non serve il trucco per amare! L’Amore è importante per vivere. Sai amare tu? Ma non esiste l’amore lontano dal Signore. Dio è amore. Non esiste altra sorgente. Per questo la Madonna ha detto “per poter amare Gesù, dovete amare voi stessi”. Se tu non ami te stesso, non sai amare Gesù. Il Signore ti ha dato tutto. E tu non ami. Come puoi venire in chiesa a pregare con la Chiesa, sacrificarti per la Chiesa con la tua preghiera se tu non sai amare e non sai pregare? Così non puoi pregare. Con il corpo puoi solo recitare. Se non hai cuore tu sei un albero solo con le foglie ma senza frutti. Per questo ci sono cristiani che vanno in chiesa, che recitano ma non danno frutti; poi affermano che è inutile andare in chiesa. Questo succede perché non desiderano amare, non vogliono conoscere la volontà di Dio. E’ molto pericoloso giocare con una Tradizione cristiana e con il Vangelo. La Madonna desidera educarti. Tu sei per Lei un “CARO FIGLIO”, che deve rimanere sottomesso a Lei e crescere sempre. Non dire: non so pregare perché sono nervoso. Un cristiano non deve dire questo..
LEGGI MOLTO LA BIBBIA
La Madonna ci ha detto che dobbiamo leggere molto la Bibbia (cioè il Nuovo Testamento per loro) perché la preghiera si nutre con la Bibbia. La Madonna ha detto di spegnere la TV e aprire la Bibbia. Siamo capaci di restare delle ore avanti alla TV; siamo capaci di comprare ogni giorno una rivista, siamo capaci di passare delle ore in conversazione con amici. Poi se io vedo o leggo di sport, sempre parlo di sport. Se io leggo e vedo medicina, io sempre parlerò di medicina. Se nella tua famiglia si legge la Bibbia significa che Dio parla. Quando la Bibbia rimane nel tuo cuore, tu pensi come Gesù, tu ti formi come figlio di Dio e come figlio di Dio lo puoi pregare. Nella Bibbia c’è il Signore vivo. Le parole della Bibbia sono unte dello Spirito Santo, santificate, ispirate. Tu non puoi leggere la Bibbia con gli occhi, ma con il cuore. Il sacerdote dopo il Vangelo bacia la Bibbia, ma non la carta, ma bacia il Signore che è Vivo, che ha parlato.
Il libro del Signore è come il vestito di Dio, il vestilo di cui Dio si ammanta. Tu, tenendo il Libro Sacro, puoi avvertire il cuore di Dio che pulsa, il cuore del tuo Maestro, il cuore vivo di Dio vivo.
E’ una parola che ti illumina. Dice infatti Gesù “chi ascolta le mia parola, non cammina nelle tenebre, ma capisce il suo scopo, il suo fine”.Voi italiani sapere leggere tutti. Non così i miei parrocchiani, molti adulti non sanno leggere perché per tanto tempo la nostra popolazione è stata schiava i turchi che non permettevano ai cristiani di andare a scuola; solo se si facevano mussulmani lo potevano. Ma la nostra brava gente ha preferito mantenere la propria fede. Ma chi sa leggere ha la Bibbia e la legge con le lacrime.
C’è un Ospite più grande di Gesù nelle vostre case?
Porta la Bibbia con te. Voi donne italiane avete tutte una bella borsa, teneteci la Bibbia, leggetela nei momenti di sosta. Apri e leggi: con te viene Gesù.
PORTA SEMPRE CON TE OGGETTI BENEDEITI
Porta con te pure il Rosario. La Madonna ha insistito perché tutti portino oggetti benedetti. All’inizio non capivo il perché del Rosario benedetto e la differenza grande con quello non benedetto, poi mi capitò questo fatto... venne a farmi visita un sacerdote espulso da Haiti e che per tre mesi era stato imprigionato per un fatto strano. Tutto un paese si era consacrato a Satana. Lo volevano costringere a bere del sangue e poi siccome il sacerdote rifiutava, lo hanno incarcerato. Dopo tre mesi tramite il governo americano è stato liberato e cacciato. Questo missionario ora è venuto a ringraziare la Madonna a Medjugorje. E mi ha confidato che prima di giungere a quel villaggio il prete si era messo addosso una medaglia e un Rosario benedetto. Lo stregone ha avvertito che il missionario aveva in tasca un oggetto magico. Tutti hanno bestemmiato Cristo e fatto condannare il prete in carcere. La Madonna ha detto che tutti coloro che vengono a Medjugorje, ai primi giorni sono tentati. Il male esiste e noi possiamo vincere questa male solo se Gesù e la Madonna sono con noi. Una nostra tradizione ci porta a mettere nelle nostre case dell’acqua benedetta, e quando uno dei famigliari esce, prende di quell’acqua e si segna dicendo: “Gesù, io vado nel mondo, proteggimi!”. E quando si rientra: “Io entro, ma liberami dal male’ . L’acqua benedetta non è una magia.

Nessun commento:

Posta un commento