Translate

lunedì 24 febbraio 2014

Il più grande segno che si può ricevere qui a Medjugorje è la nostra conversione

Testimonianza di Jacov
"Come tutti sapete la Madonna appare qui a Medjugorje dal 25 giugno 1981. Spesso ci chiediamo perché la Madonna appare qui a Medjugorje da così tanto tempo, perché ci dà così tanti messaggi .. La ragione avremmo dovuto capirla tutti da soli. La Madonna viene qui per noi e viene per insegnarci la strada da percorrere per arrivare a Gesù. Lo so che tanti pensano che è difficile accettare i messaggi della Madonna, però la prima cosa che dovete fare quando venite a Medjugorje per accettare tutto quanto è aprire il vostro cuore alla Madonna. Tanti danno delle lettere da presentarle: io credo che Lei non abbia bisogno della nostra carta, la migliore lettera che possiamo darle viene dal nostro cuore: Lei ha bisogno dei nostri cuori.
LA PREGHIERA:
La Madonna ci invita a pregare tutti i giorni il Santo Rosario nelle nostre famiglie, perché Lei dice che non c'è cosa più grande che possa unire la famiglia come la preghiera insieme.
 Nessuno di noi può pregare se si sente obbligato a farlo, ma ciascuno di noi deve sentire nel suo cuore la necessità della preghiera ... La preghiera deve diventare cibo per la nostra vita, la preghiera ci dà la forza di andare avanti, di superare i nostri problemi e ci dà la pace per accettare quello che succede. Non c'è cosa che può unire come la preghiera insieme, pregare con i nostri figli. Non possiamo chiederci perché i nostri figli non vanno a Messa a venti o trenta anni se fino a quel momento non abbiamo mai pregato con loro Se i nostri figli non vanno a Messa, l'unica cosa che possiamo fare per loro è pregare ed essere di esempio. Nessuno di noi può obbligare nessuno a credere, dobbiamo sentire Gesù ciascuno di noi nel nostro cuore.
DOMANDA: Non è difficile pregare quanto chiede la Madonna?
RISPOSTA: Il Signore ci fa dei doni: anche il pregare con il cuore è un suo dono, chiediamoglieLo. Quando la Madonna è apparsa qui a Medjugorje, io avevo 10 anni. In un primo momento, quando ci ha parlato di preghiera, digiuno, conversione, pace, Messa, io ho pensato che per me sarebbe stato impossibile, non ci sarei mai riuscito, però come ho detto prima è importante abbandonarsi nelle mani della Madonna ... chiedere la grazia al Signore, perché la preghiera è un processo, è una strada.

Quando la Madonna è venuta la prima volta a Medjugorje ci ha invitato soltanto a pregare 7 Padre Nostro, 7 Ave Maria, 7 Gloria al Padre, poi in seguito ci ha chiesto di pregare una terza parte del Rosario, poi ancora in seguito le tre parti del Rosario e ancora dopo ci ha chiesto di pregare 3 ore al giorno. E' un processo di preghiera, è una strada.
DOMANDA: Se mentre preghi vengono da noi amici a cui non interessa pregare, cosa fare?
RISPOSTA: Sarebbe bello se anche loro pregassero insieme a te, ma se non vogliono tu per educazione stai con loro e finirai poi di pregare. Guarda che noi non riusciamo a capire una cosa: la Madonna ci ha detto in un messaggio: io vi voglio tutti santi. Essere santi non significa stare in ginocchio 24 ore al giorno a pregare, essere santi a volte è avere pazienza anche con i nostri familiari, è educare bene i nostri figli, avere una famiglia che va d'accordo, lavorare onestamente. Ma questa santità possiamo averla soltanto se abbiamo il Signore, se gli altri vedono il sorriso, la gioia del nostro viso, vedono il Signore sul nostro viso.
DOMANDA: Come aprirci alla Madonna?
RISPOSTA: Ciascuno di noi deve vedere dentro al proprio cuore. Aprirci alla Madonna è parlarle con le nostre semplici parole. Dirle: io adesso voglio camminare con Te, voglio accettare i Tuoi messaggi, voglio conoscere Tuo Figlio. Ma questo dobbiamo dirlo con parole nostre, parole semplici, perché la Madonna ci vuole così come siamo. Io  dico se la Madonna voleva qualcosa di più particolare, non sceglieva me senz'altro. Io ero un bambino qualsiasi, come anche adesso sono una persona qualsiasi. La Madonna ci accetta come siamo, non è che dobbiamo essere chi sa cosa. Lei ci accetta con i nostri difetti, con le nostre debolezze. Parliamo dunque con Lei".
LA CONVERSIONE:
La Madonna ci invita come prima cosa a convertire il nostro cuore. So che molti di voi quando vengono a Medjugorje vogliono vedere noi. Noi non siamo importanti, non si deve venire qui per i veggenti, non si deve venire qui per vedere qualche segno. Tanti si fermano a vedere il sole per un'ora. Il più grande segno che si può ricevere qui a Medjugorje è la nostra conversione e quando tornerete nelle vostre case non è importante dire: "noi siamo stati a Medjugorje". Questo non c'entra niente, gli altri devono vedere Medjugorje dentro di voi, devono riconoscere il Signore dentro di voi. Dobbiamo testimoniare prima di tutto dentro le nostre famiglie e poi essere testimoni per tutti gli altri. Testimoniare vuol dire parlare di meno con la nostra bocca e di più con la nostra vita. È l'unico modo che abbiamo insieme con la preghiera per aiutare il mondo.
IL DIGIUNO:
"La Madonna ci dice di fare digiuno mercoledì e venerdì con pane a acqua, però dobbiamo farlo con amore, nel silenzio. Io credo che nessuno debba sapere che noi quel giorno facciamo digiuno. Noi digiuniamo per offrire qualcosa a noi stessi."
DOMANDA: "Come si fa a digiunare se pesa?"
RISPOSTA: "Se veramente vogliamo fare una cosa la facciamo. Noi tutti nella nostra vita abbiamo una persona alla quale vogliamo veramente un bene immenso e siamo disposti a fare qualsiasi cosa per lei. Se amiamo veramente il Signore possiamo fare anche il digiuno, che è una cosa minima. Tutto dipende da noi. All'inizio possiamo offrire solo qualche cosa, anche i bambini possono fare digiuno a loro modo, per esempio guardando meno cartoni animati. Gli anziani quel giorno dedicheranno più tempo alla preghiera. Digiunare per chi parla molto è sforzarsi quel giorno di stare in silenzio. È tutto un digiuno è tutto un offrire."
DOMANDA: "Che cosa hai pensato la prima volta dell'incontro?"
RISPOSTA "In un primo momento una grandissima paura, perché noi ci siamo trovati sulla strada sotto la montagna ed io volevo tornare a casa, non volevo andare su perché là vi era la figura di una donna che ci invitava con la mano a salire. Però quando mi sono avvicinato e l 'ho vista veramente da vicino, in quel momento è sparita ogni paura. C'era soltanto questa immensa gioia, questa immensa pace ed anche un grandissimo desiderio che non finisse più quel momento. E rimanere sempre con Lei."
DOMANDA: "Chiedi alla Madonna come devi comportarti?"
RISPOSTA "È una cosa che mi chiedono tutti ma fanno un grande sbaglio. Io ho avuto un grande dono dal Signore, vedere la Madonna, però noi siamo come tutti voi. Per esempio in tutti i diciassette anni in cui ho visto la Madonna tutti i giorni non le ho mai fatto una domanda personale per chiederle consiglio su una decisione da prendere o su quello che dovevo fare. Ho sempre in mente quello che la Madonna ha detto: "pregate, e durante la preghiera avrete tutte le risposte che cercate". Sarebbe troppo semplice se la Madonna ci dicesse di fare questo o quello, dobbiamo capirlo da soli."
DOMANDA: "Qual è l'attuale atteggiamento della Chiesa nei confronti di Medjugorje?"
RISPOSTA: "A Medjugorje si deve venire solo per una ragione. Ci sono alcune cose che a me danno fastidio. Per esempio c'è la Messa, c'è l'Adorazione in chiesa e alcune persone stanno fuori a guardare il sole e cercano dei segni o il miracolo. Il più grande miracolo in quel momento sono la Messa e l'Adorazione: questo è il più grande miracolo che si può vedere.

Il processo di riconoscimento di Medjugorje è lungo, però io sono sicuro che Medjugorje sarà riconosciuto dalla Chiesa. lo non mi preoccupo per questo, perché io so che la Madonna è qui. So che io ho visto la Madonna, conosco tutti i frutti di Medjugorje, vedete quanta gente si converte qui. Perciò lasciamo alla Chiesa il tempo. Quando viene viene.”

Articolo tratto da "Medjugorje Torino - n. 131"

Nessun commento:

Posta un commento