Translate

mercoledì 23 aprile 2014

Anche quest’anno, per Pasqua, si sono riuniti a Medjugorje numerosi pellegrini

Pasqua a Medjugorje

Anche quest’anno, per Pasqua, si sono riuniti a Medjugorje numerosi pellegrini che, insieme ai parrocchiani di Medjugorje, hanno partecipato alle Liturgie del Triduo Pasquale. In questi giorni sono stati a Medjugorje pellegrini provenienti da Italia, USA, Irlanda, Francia, Germania, Grecia, Libano, Austria, Portogallo, Argentina, Spagna, Lituania, Inghilterra, Slovacchia e Corea, oltre a pellegrini provenienti dalla Croazia e dalla Bosnia Erzegovina. La preghiera del Rosario delle ore 17:00 del Giovedì Santo, nella chiesa parrocchiale di Medjugorje, è stata presieduta da fra Hrvoje Miletić, mentre la Santa Messa solenne della Cena del Signore è stata presieduta da fra Ivan Dugandžić e concelebrata da venticinque sacerdoti. Nella sua omelia, fra Ivan ha detto tra l’altro che Gesù è nato in condizioni poverissime, ha vissuto tra i poveri e, alla sua morte, è rimasto addirittura senza le sue vesti ed è stato sepolto in un sepolcro altrui, perché lui non ne possedeva uno suo. “Prima che ciò accadesse, egli aveva intorno a sé un pugno di discepoli che, comprensibilmente, non potevano avere aspettative. Ma dicendo questo non abbiamo toccato l’essenza del testamento di Gesù. Lui sapeva bene quello che doveva lasciare ai discepoli e a cosa doveva vincolarli, perché egli aveva portato in
questo mondo un altro genere di ricchezza, che gli uomini non conoscevano. Egli ha portato la Buona Novella del Regno di Dio, che non doveva scomparire con la sua morte. Egli desiderava, al contrario, preparare i discepoli a vivere e comprendere la sua morte come prezzo della salvezza, affinché la annunciassero fino al suo ritorno”, ha detto fra Ivan. Fin dalle prime ore del mattino del Venerdì Santo, i fedeli, a gruppi più o meno consistenti, hanno salito il Križevac, pregando la Via Crucis in diverse lingue. Alle ore 11:00, ai piedi del Križevac, è iniziata la Via Crucis principale per i parrocchiani ed i pellegrini croati. La preghiera pomeridiana del Rosario è iniziata alle ore 17:00. La Liturgia del Venerdì Santo delle ore 18:00 è stata presieduta da fra Stanko Ćosić. La preghiera del Rosario, alle ore 20:00 del Sabato Santo, è stata presieduta da fra Josip Marija Katalinić, mentre la Liturgia della Veglia Pasquale, iniziata alle ore
21:00, è stata presieduta da fra Dragan Ružić. Il giorno di Pasqua sono state celebrate Messe in
numerose lingue, ed in croato alle ore 7:00, 8:00, 11:00 e 18:00. Il lunedì di Pasqua le Messe in croato sono state celebrate alle ore 8.00 e alle ore 18:00. Venerdì 25 aprile, come tutti i venticinque del mese, nella chiesa parrocchiale di Medjugorje, si terrà l’Adorazione notturna. Dalle 21:00 alle 22:00 si terrà l’Adorazione comunitaria, in seguito il Santissimo sarà esposto in chiesa.

Nessun commento:

Posta un commento