Translate

venerdì 11 aprile 2014

Padre Slavko dopo la sua morte venne sostituito da Padre Ljubo Kurtovic

                                   Padre Ljubo Kurtovic 25 novembre 2000

Sono Padre Ljubo e prendo questo compito di trasmettere il messaggio della Madonna come faceva Padre Slavko. Il parroco di Medjugorje mi ha incaricato di prendere questo compito. Vorrei pregare prima di tutto la Madonna perché mi aiuti e perché apra i cuori di tutti coloro che ascoltano, perché il suo messaggio possa portare la salute fisica e spirituale e la tanto desiderata pace dei cuori e pace nelle nostre famiglie, che ci manca tanto. Desidero pregare la Madonna perchè Lei ripari a tutto quello in cui io mancherò o sbaglierò a causa delle mie limitatezze. Prima di tutto grazie di cuore per la vostra partecipazione al dolore per la morte di Padre Slavko. La sua morte è stata improvvisa ed inaspettata. Padre Slavko è morto ieri, venerdì 24/11, sul monte Krizevac verso le 15,30 del pomeriggio, appena finita la Via Crucis che da tanti anni guidava ogni venerdì: a causa di un infarto, sotto la croce del monte Krizevac, il Signore lo ha visitato. La sua morte è dolorosa perché ha lasciato il vuoto in tante persone per le quali è stato un vero Padre, servendo fedelmente la nostra Madre Celeste e i suoi inviti e consigli per tanti anni. Come ha scritto Padre Livio nella sua lettera di condoglianze, “Padre Slavko era servo buono e fedele della Madonna, “Gospa”, e nostro preziosissimo collaboratore da 13 anni nel comunicarci ogni 25 del mese il messaggio e nel commentarlo con tanta sapienza e amore”. Anche attraverso Radio Maria, Padre Slavko faceva pervenire ogni mese il messaggio della Gospa in ogni parte del mondo. Con la morte di Padre Slavko siamo tutti addolorati. Sono cosciente che nessuno lo può sostituire perché era fedele, dedito e instancabile nell’amore verso la Madonna che amava tanto. Amando Lei, poteva e aveva forza di amare tanti che non hanno sperimentato né l’amore umano, nè l’amore divino. Nei suoi lavori, nelle confessioni, nelle predicazioni e negli incontri con le persone era proprio dedicato totalmente; sembra come se avesse finito la sua vita in un giorno, perché sempre era in movimento, non si poteva vedere che non facesse qualcosa. Prima del messaggio desidero darvi qualche notizia sui pellegrini e sui veggenti.

Nessun commento:

Posta un commento