Translate

lunedì 7 aprile 2014

«Vi porterò alla profondità della preghiera».Le parole dette dalla Regina Della Pace a Jelena:



Le parole dette dalla Regina Della Pace a Jelena:

"Tutto ciò che hanno detto ì sei veggenti è vero, tutto avverrà. Tu devi credere come gli altri. Il segno visibile verrà. Non aspettate il segno visibile per curiosità. Prima del segno visibile è un tempo di grazia per i credenti: in questo tempo convertitevi, preparatevi, approfondite la vostra fede. Quando verrà il segno visibile, per molti sarà già tardi".

«Quando la Madonna me lo dirà — dice Jelena — io consegnerò tutto ciò che ho scritto alla Chiesa».

Jelena riferisce alcuni episodi assai significativi sulla pedagogia spirituale della Vergine nei suoi confronti. Eccone alcuni.
1. Durante l'inverno la Madonna non le è apparsa per un'intera settimana. Le è poi apparsa

nuovamente, ma in vestito grigio.
Perché non sei venuta in questi giorni? — le ha chiesto la piccola.
Perché la tua vita spirituale è stata vuota — le rispose la Vergine. — Sei diventata orgogliosa, hai cominciato a disprezzare gli altri. Ti ricordi quando è passata quella ragazza in pantaloni e giacca moderna, come l'hai disprezzata? Ebbene, devi essere umile, se vuoi mantenerti a contatto con me. Non disprezzare nessuno, anche se fa male. Tu devi amare, devi capire...
- E la Vergine riprese le sue visite.
2. Nella classe di Jelena c'è un musulmano. Non sentendosi accolto e compreso dai cristiani, reagisce con forza picchiando tutti. E Jelena prendeva parte con gli altri a picchiare lui.
— Non restituire, ma perdona — le disse la voce interiore —; Dio può restituirti di peggio. Devi amarlo.
Jelena mise in pratica l'avvertimento di Maria, e quel ragazzo, che continuò a picchiare gli altri, la rispettò.

3. — Devi portare questo messaggio al Vescovo — disse Jelena un giorno a p. Tomislav. Il padre volle registrare il messaggio con accuratezza, e al termine della preghiera disse a Jelena:
— Chiedi a Maria se la registrazione è stata fatta bene.
Dopo la preghiera, Jelena riferì:
— la Madonna mi ha detto:
«Quando tu porli una parola divina non puoi portarla come una parola umana; devi prima pregare lo Spirito Santo perché li dia la sua forza».
Si misero entrambi a pregare. Dopo quella preghiera la voce di Maria nell'animo di Jelena si fece più «chiara», e il messaggio al Vescovo più perspicuo.
4. Verso la fine dell'agosto 1983 si ebbero delle difficoltà, e Jelena ne fu agitata. Maria le disse:
— Non agitarti, non preoccuparti. Ogni agitazione viene da Satana. Voi siete figli di Dio: dovete sempre essere calmi, nella pace, perché ogni cosa è guidata da Dio.
5. Un giorno Maria Vergine disse a Jelena:
— Oggi diremo il Rosario di Gesù Cristo.
Jelena cominciò la corona, ma la Vergine la interruppe:
— Tu preghi solo con le labbra.
Devi pregare col cuore, devi scendere in profondità ed essere tutta nel tuo cuore. Mettiti a sedere. Il corpo dev'essere tutto fermo, gli occhi raccolti in Gesù. Lascia da parte ogni altra preoccupazione o desiderio.
— Ho fatto come ha detto la Madonna — riferisce Jelena — e mi sono trovata in un grande raccoglimento.
Il Rosario di Gesù Cristo, detto con calma come vuole Maria, intramezzato da spazi di riflessione e di silenzio, applicando a se stessi e agli altri i misteri della vita di Gesù, è efficace avvio alla preghiera contemplativa, e attua la promessa di Maria: «Vi porterò alla profondità della preghiera».


Nessun commento:

Posta un commento