Translate

giovedì 27 novembre 2014

La veggente Marija commenta il messaggio del 25 con Padre Livio a Telefono

25 nov 2014 -La veggente Marija Pavlovic Lunetti a Radio Maria:
"Cari figli! Oggi in modo particolare vi invito alla preghiera. Pregate, figlioli, per comprendere chi siete e dove dovete andare. Siate portatori della Buona Novella e uomini di speranza. Siate amore per tutti coloro che sono senza amore. Figlioli, sarete tutto e realizzerete tutto soltanto se pregate e se siete aperti alla volontà di Dio, Dio che desidera guidarvi verso la vita eterna. Io sono con voi e di giorno in giorno intercedo per voi davanti a mio Figlio Gesù. Grazie per aver risposto alla mia chiamata.” 
P. Livio:  Mi pare che la Madonna in questo tempo di Avvento ci dà un fortissimo invito alla preghiera.
Marija:  Sì, è un invito alla preghiera e ad essere portatori della buona novella e uomini di speranza e di amore. La Madonna vuole che noi diventiamo il riflesso di Dio, riflesso di luce, di speranza e di  bene nella vita quotidiana.
P. Livio:  Mi hanno colpito le parole: Pregate, figlioli, per comprendere chi siete e dove dovete andare”, come a dire che senza la luce della fede, senza la preghiera, abbiamo perso la strada.
Marija:  E’ un po’ anche quello che ha detto oggi Papa Francesco al parlamento europeo. La Madonna dice che i figli di Dio devono essere portatori di gioia, di speranza, di amore e di pace in questo mondo senza Dio; ma noi purtroppo siamo diventati vecchi e siamo tante volte senza speranza, senza amore e senza gioia… Però la Madonna sta preparando i suoi apostoli, coloro che si sono innamorati di Lei… che vivono nella speranza pensando alla vita eterna. La Madonna ci ricorda che questa vita è passeggera e che la vera vita sarà il Paradiso.
P. Livio:  Ti ricordi qualche esperienza particolare in tempo di Natale?
Marija: Noi quando eravamo giovani, per prepararci al Natale, di notte stavamo svegli per andare sulla Collina delle apparizioni e su quella della Croce. Facevamo nove giorni di digiuno e di preghiera prima di Natale. Un anno la Madonna ci ha detto di portare un fiore davanti al presepe come segno che noi diamo il nostro cuore a Gesù anche attraverso questo piccolo fiore… Sono giorni di grandeaccoglienza delle persone vicine, dei nostri parenti, ma anche di qualche povero che vive per strada. Bisogna avere il coraggio di condividere il Natale con queste persone.
P. Livio:  La Madonna il 30 ottobre 1981 ha dato un messaggio molto importante: “In Polonia tra breve ci saranno gravi conflitti, ma alla fine i giusti prevarranno. Il popolo russo è il popolo nel quale Dio sarà maggiormente glorificato. L’occidente ha incrementato il progresso, ma senza Dio, come se non fosse Lui il Creatore”. In questi giorni abbiamo visto astronauti russi e una italiana all’interno di una navicella spaziale russa, che aveva su una parete alcune icone: la Madonna di Vladimir, Gesù, la croce… Nel 1981 si poteva pensare a una cosa del genere?
Marija: Questa è una grazia. Io credo profondamente a quello che la Madonna ha detto il 25/8/1991: “… voglio realizzare quello che ho cominciato a Fatima …”.  … Anche se uno è lontano dalla fede, quando il Signore tocca il suo cuore, lo converte… Come ha fatto Gorbaciov… Vediamo delle cose incredibili che sembravano impossibili… Come Don Stefano che ha avuto la guarigione fisica e anche la vocazione sacerdotale salendo sul Krizevac. Ora è un testimone. Il Signore chiama anche noi ad essere testimoni dove viviamo. Chiediamo al Signore di aiutarci ad essere sempre più credibili con la nostra vita e con la nostra testimonianza.
<<< >>>
Marija ha quindi pregato il “Magnificat” e il Gloria.
... e Padre Livio ha concluso con la benedizione.
Marija e P. Livio
Fonte: http://www.medjugorje-oggi.org/commento.htm

Nessun commento:

Posta un commento