Translate

lunedì 12 gennaio 2015

La Madonna ha scelto noi sei, ma poi anche voi altri siete suoi apostoli.

Una parte dell'intervista fatta alla veggente Mirjana da Padre Livio nel 2001: 

PADRE LIVIO: Mi ha molto colpito nei messaggi della Regina della pace la sottolineatura della nostra responsabilità personale. Una volta la Madonna ha persino detto: "Avete il libero arbitrio: dunque fatene uso".
MIRJANA: È vero. Anch'io dico ai pellegrini: "Vi ho detto tutto quello che Dio vuole da noi attraverso la Madonna e voi potete dire: Io credo o non credo alle apparizioni di Medjugorje. Però quando andrai davanti al Signore non potrai dire: non sapevo, perché sai tutto. Adesso dipende dalla tua volontà, perché sei libero di scegliere. O accetti e fai quello che il Signore vuole da te, o ti chiudi e ti rifiuti di farlo".
PADRE LIVIO: Il libero arbitrio è un dono immenso e tremendo nel medesimo tempo.
MIRJANA: Sarebbe più facile se qualcuno ci spingesse sempre.
PADRE LIVIO: Comunque Dio non si arrende mai e fa di tutto per salvarci.
MIRJANA: Ci ha inviato sua Madre per oltre venti anni, perché noi facciamo ciò che lui desidera. Ma alla fine dipende sempre da noi accogliere o no l'invito.
PADRE LIVIO: Sì, è vero e ti ringrazio che sei entrata in un argomento che mi sta tanto a cuore. Queste apparizioni della Madonna sono uniche nella storia della Chiesa. Non era mai accaduto che una generazione intera avesse come madre e maestra la Madonna stessa con questa sua presenza straordinaria. Anche tu avrai certamente riflettuto sul significato di questo evento che è uno dei più grandiosi e significativi in duemila anni di storia del cristianesimo.
MIRJANA: Sì, è la prima volta che ci sono apparizioni come queste. Solo che la mia situazione è diversa dalla vostra. Io so il perché e allora non devo tanto pensare.
PADRE LIVIO: Il tuo compito è quello di trasmettere il messaggio, senza mescolarlo con i tuoi pensieri al riguardo.
MIRJANA: Sì, io so il perché di così tanti anni.
PADRE LIVIO: Tu dunque lo sai il perché?
MIRJANA: Il perché lo vedrete anche voi quando verrà il tempo.
PADRE LIVIO: Ho capito. Adesso però, prima di entrare in quell'argomento, che evidentemente sta a cuore a tutti e che riguarda il futuro, potresti sintetizzare il messaggio fondamentale che viene da Medjugorje?
MIRJANA: Posso dirlo secondo me.
PADRE LIVIO: Certamente, secondo il tuo pensiero.
MIRJANA: Come penso io, la pace, la vera pace, è quella dentro di noi. E quella pace che io chiamo Gesù. Se noi abbiamo la vera pace, allora Gesù è dentro di noi e noi abbiamo tutto. Se non abbiamo la vera pace, che per me è Gesù, non abbiamo niente. Questa per me è una cosa importantissima.
PADRE LIVIO: La pace divina è il sommo bene.
MIRJANA: Gesù per me è la pace. La vera unica pace è quella che hai quando hai Gesù dentro di te. Per me Gesù è la pace. Lui mi dà tutto.
PADRE LIVIO: Come conseguire la vera pace?
MIRJANA: Con la preghiera: il rosario tutti i giorni, il digiuno il mercoledì e il venerdì, la confessione almeno una volta al mese, perché la Madonna dice che non c'è un uomo sulla terra che non abbia bisogno di confessarsi una volta al mese, e con la santa Messa, ma non solo alla domenica.
PADRE LIVIO: Fede, preghiera, conversione, digiuno, confessione, rosario e santa Messa: tutto questo è orientato ad avere la pace del cuore.
MIRJANA: Ecco, con queste cose che il Signore ci chiede, noi riceviamo la pace e riceviamo tutto.
PADRE LIVIO: Si potrebbe dire che la Madonna è qui come una profetessa, cioè come un'inviata da Dio per riportare gli uomini a lui.
PADRE LIVIO: Questo è il suo compito di Serva del Signore.
MIRJANA: Lei ha detto in un messaggio: "Voglio presentarvi tutti, come un bellissimo bouquet di fiori, a mio Figlio".
PADRE LIVIO: Senti Mirjana: a Fatima la Madonna diceva che molte anime si perdono perché non c'è nessuno che prega e che si sacrifica per loro e quindi invitava alla preghiera e al sacrificio per salvarle. Qui a Medjugorje, invece, la Madonna pare sottolineare in un modo ancora più forte l'universalità del suo amore materno, affermando che vuole salvare tutte le anime e presentarle a Dio. Secondo te riuscirà la Madonna in questo intento?
MIRJANA: Ma è per questo che ho detto che la Madonna è mamma. Lei vuole tutto dai suoi figli e niente per metà. Se una mamma ha sette figli e ve n'è solo uno che non va per la strada giusta, lei non è contenta. Così anche la Madonna: se c'è anche un solo non credente, lei non è contenta. Ognuno di noi sei veggenti ha una missione, il suo compito, e lei in quel compito ha messo tutto. Ad esempio, Vicka e Jakov devono pregare per i malati, io per quelli che non hanno ancora conosciuto l'amore di Dio, Ivan per i giovani e per i sacerdoti, Maria per le anime del purgatorio e Ivanka per la famiglia. Allora tutto ciò che è importante la Madonna lo ha dato a ognuno di noi.
PADRE LIVIO: La Madonna, a volte, ha espressioni molto severe sulla situazione del mondo. Ha detto che vogliamo costruire un mondo senza Dio e per questo siamo infelici. Ha anche detto che per un mondo senza Dio non c’è né futuro né vita eterna. Allora mi chiedo: in questo mondo dove regna il peccato, come dice la Madonna, e dove si diffonde l'incredulità e l'odio, come farà la Madonna a salvare tutte le anime?
MIRJANA: Con l'amore. Semplicemente con l'amore.
PADRE LIVIO: Ma anche con il nostro contributo.
MIRJANA: Ha bisogno di noi. "Aiutatemi ad aiutarvi".
PADRE LIVIO: "Aiutatemi ad aiutarvi", ha detto una volta.
MIRJANA: Una mamma ha biisogno dei suoi figli e così anche la Madonna. Torniamo così al nostro discorso dell'inizio, che cioè non ci sono figli privilegiati. La Madonna ha scelto noi sei, ma poi anche voi altri siete suoi apostoli. Lei vi ha invitato a venire qui ad aprire il cuore, a ricevere i messaggi e dopo a coinvolgere tante altre persone. Tutto questo per me è un lavoro di mamma che combatte per i suoi figli e che vuole salvare ogni suo figlio.
PADRE LIVIO: Ha creato un esercito della preghiera e del sacrificio per salvare tutti. MIRJANA: Io quando per esempio prego a casa e penso a tutti i pellegrini che sono venuti dall'America e dall'Asia, per non parlare di quelli dell'Europa, mi chiedo: "Chi ha detto loro di venire qui?". Chi ha detto in America che in questo piccolo posto appare la Madonna? È la Madonna quella che ci mette nel cuore il desiderio di venire, di vedere e di cambiare. Per questo, in ogni pellegrino che viene, vedo la battaglia che la Madonna sta combattendo. Vedo come lei è pronta, come mamma, a combattere su tutti i fronti.
PADRE LIVIO: Sta preparando il suo esercito dell'amore.
MIRJANA: Lei vuole dare la pace, l'amore e la gioia. Lei vuole dare Gesù, suo Figlio, perché noi potremmo avere tutto, anche tutte le cose materiali che si possono avere sulla terra, ma se non hai quella pace che Gesù ti dona, non hai niente. Se non hai Gesù, vorrai sempre più cose materiali e poi non saprai più neppure che cosa vuoi e alla fine ti perdi.
PADRE LIVIO: Purtroppo è la strada che non pochi percorrono.
MIRJANA: Questo volevo dire: che la Madonna combatte proprio per salvare i suoi figli.
PADRE LIVIO: E chiede aiuto a noi perché combattiamo con lei.
MIRJANA: La Madonna, per quanto riguarda i non credenti, non ci dice di assalirli con le parole o di forzarli, ma semplicemente di amarli e di pregare per loro, dando il nostro buon esempio. Noi che siamo cattolici spesso non ci rendiamo conto di quanto grande sia la nostra responsabilità nei confronti dei non credenti. Mi ricordo di un fatto che mi è accaduto quando ero a scuola a Sarajevo. È un fatto che mi ha toccato moltissimo e che non mi scorderò mai. Tutti i miei compagni sapevano che ero una credente e un giorno, dopo che tornavo dalla polizia, prima di entrare in classe mi sono ritirata in un angolo per sfogarmi un po' e per piangere, perché non era facile tutto quello che trovavo sulla mia strada. Mentre piangevo è passato uno che era in classe con me e mi ha detto: "Dov'è adesso il tuo Signore?". Questo mi ha così colpito da ripetermi sempre dentro di me: "Non mi vedranno mai più piangere". Infatti, devono vederci gioiosi, vedere come noi cristiani affrontiamo i momenti difficili e come viviamo con il Signore tutto quello che accade nella nostra vita. Noi non dobbiamo chiedere a Dio "perché?" e "perché a me?". Infatti, se abbiamo una croce, vuol dire che il Signore ci ha scelto e lui ci dà la forza per portare quella croce.
PADRE LIVIO: Non sono dunque le nostre parole che ottengono la conversione di chi non crede.
MIRJANA: No, ma è il nostro comportamento e il nostro esempio. Non dico che non dobbiamo parlare, ma, se parliamo senza aver prima pregato, le nostre parole saranno vuote e otterremo il contrario. Se noi invece prima preghiamo, allora Gesù parlerà tramite noi e lui ci aiuterà.
PADRE LIVIO: La parola in certi momenti è necessaria, ma deve nascere dal cuore.
MIRJANA: Deve nascere dalla preghiera.
PADRE LIVIO: Questo è il modo col quale noi possiamo...
MIRJANA: ... cambiare tutti. Sono sicura che ogni persona, nel suo profondo, cerca il Signore, solo che noi dobbiamo aiutarla. Prima dobbiamo capire che cosa vuole il Signore da questa persona e poi dobbiamo aiutarla a capire il Signore.
PADRE LIVIO: Si, infatti, tutti gli uomini sono creati per Dio e portano nel loro cuore il desiderio di Dio. Bisogna far emergere questo desiderio dal fondo del loro cuore e portarlo alla luce. "Ci hai fatti per te, Signore, e il nostro cuore è inquieto finché non riposa in te", afferma Sant'Agostino.
MIRJANA: Anche loro, quando avranno scoperto Dio, si sentiranno diversi. A me fanno molta pena e non comprendo come i non credenti possano vivere quella vita. Soffro per loro e prego con tutto il cuore perché Dio li aiuti a comprendere il suo amore.
PADRE LIVIO: Dobbiamo, quindi, stare attenti a non guardare, con il disprezzo del fariseo, i peccatori e i non credenti.
MIRJANA: Dobbiamo guardarli con grande amore, come nostri fratelli che hanno bisogno del nostro aiuto.
PADRE LIVIO: Questo anche nella famiglie, dove c'è chi crede e chi non crede.
MIRJANA: A me accade di accogliere tanti pellegrini e vedo che in famiglia quelli che non vogliono pregare di solito sono i mariti. Siccome noi donne siamo abituate veramente a sopportare tutto, allora dico sempre: "Mettiti in un angolo e prega, non forzare nessuno, non predicare, non criticare, ma semplicemente metti la vita di tuo marito e dei tuoi figli nelle mani della Madonna. Prega e dà il tuo esempio e non ti preoccupare, perché la Madonna ti aiuterà."
PADRE LIVIO: Tu, comunque, hai avuto dalla Madonna un compito speciale, come d'altra parte ognuno di voi sei veggenti, nel senso che hai una particolare responsabilità per quanto riguarda la rivelazione del futuro. Come concili tutto questo con la tua vita di sposa e di madre?
MIRJANA: Provo per prima cosa a fare della mia famiglia, una famiglia come vuole la Madonna. Ci provo, perché solo Dio sa quanto ci siamo riusciti.
PADRE LIVIO: In questo senso l'esempio di voi veggenti è particolarmente importante.
MIRJANA: Provo a mettere i messaggi nella nostra vita, proviamo a pregare insieme, insegno ai bambini a pregare, a fare digiuno, ad andare pian piano alla santa messa insieme, perché la Madonna dice sempre che i genitori hanno una grande responsabilità nei confronti dei figli e che i genitori sono quelli che devono mettere le radici della fede nei loro figli. Ricordo un bellissimo esempio della mia famiglia, perché i bambini vedono molto di più di quanto noi non pensiamo. Riguarda la mia bambina, Maria, che adesso ha undici anni, ma, allora, ne aveva due e mezzo e io non le avevo detto nulla delle apparizioni, perché pensavo che a quell'età non potesse capire. Un giorno era con una sua amica in camera, anche lei della medesima età e ho sentito che questa sua amica che diceva: "Mia mamma guida la macchina". Ma la mia Maria ha risposto: "Che cosa vuoi che sia, la mia mamma parla con la Madonna". Allora, vedi che senza che le avessi detto qualcosa, lei aveva capito. Proprio per questo è molto importante che i genitori, anche quando i bambini hanno pochi mesi, incomincino a pregare davanti a loro e incomincino a far vedere che Dio è al primo posto.
PADRE LIVIO: Le tu due bambine adesso sono grandi: come ti vedono? MIRJANA: Per loro io sono la mamma e noi ci sforziamo di far vivere loro una vita normale. Ringrazio il Signore per aver trovato un marito che mi aiuta: posso parlare con i pellegrini perché lui mi dà subito il cambio con le bambine. Mio marito ha capito tutto, e allora ricevo da lui tutto il suo aiuto.
PADRE LIVIO: Effettivamente ho notato che, nonostante che per te le apparizioni quotidiane siano finite prima e nonostante ti sia sposata e sia divenuta mamma, tuttavia la tua missione, anche verso i pellegrini, hai saputo portarla avanti con molto impegno e continuità.
MIRJANA: Sì, perché ho trovato la collaborazione del marito che ha ben compreso la situazione. Avendo lui capito, io non ho problemi e ho il conforto in casa.
PADRE LIVIO: Ecco Mirjana, passiamo al capitolo riguardante i dieci segreti. Ti dico con sincerità che non sono una persona curiosa, ma vorrei sapere tutto quello che è lecito sapere e che la Madonna vuole che si sappia. Essendo Direttore di Radio Maria sento al riguardo una precisa responsabilità.
MIRJANA: Padre Livio, dimmi la verità, da quando abbiamo cominciato questo nostro colloquio, tu aspetti questo momento. Hai già detto dall'inizio che questa è la cosa che ti interessa di più.
PADRE LIVIO: C'è un motivo personale che mi spinge ad avere al riguardo delle informazioni molto esatte. Da quanto ho letto, mi pare che questi segreti verranno resi noti al mondo mediante un sacerdote che tu hai scelto tre giorni prima che si realizzino. Allora, mi sono posto questo problema: se al tempo della rivelazione dei segreti io sarò ancora Direttore di Radio Maria, dovrò ogni volta informare la gente di quanto svelerà il sacerdote che tu hai scelto? Eccoti dunque messe con molta chiarezza le carte in tavola.
MIRJANA: Anche a me piace mettere le carte in tavola e ti dico subito che potrai informare tutti gli ascoltatori di Radio Maria. Non ci sono problemi per questo.
PADRE LIVIO: Va benissimo. Allora, Mirjana, tu hai avuto i dieci segreti già dal Natale 1982, quando sono terminate le apparizioni?.
MIRJANA: Forse è meglio che ti dica subito tutto quello che posso dire.
PADRE LIVIO: Dì pure tutto quello che puoi dire e poi io ti chiederò alcuni chiarimenti.
MIRJANA: Ecco io ho dovuto scegliere un sacerdote a cui dire i dieci segreti e ho scelto il padre francescano Petar Ljubicié. Devo dire che cosa succederà e dove dieci giorni prima che accada. Dobbiamo trascorrere sette giorni nel digiuno e nella preghiera e tre giorni prima egli dovrà dirlo a tutti e non potrà scegliere se dire o non dire. Egli ha accettato che dirà tutto a tutti tre giorni prima, così si vedrà che è una cosa del Signore. La Madonna dice sempre: "Non parlate dei segreti, ma pregate e chi sente me come Madre e Dio come Padre, non abbia paura di niente".
Tutti noi parliamo sempre di che cosa succederà nel futuro, ma chi di noi potrà dire se sarà vivo domani? Nessuno! Quello che la Madonna ci insegna è di non preoccuparci del futuro, ma di essere pronti in quel momento ad andare incontro al Signore e non invece perdere tempo a parlare dei segreti e di cose di questo genere.
Padre Petar, che adesso si trova in Germania, quando viene a Medjugorje, scherza con me e dice: "Vieni a confessarti e dimmi almeno un segreto adesso..."
Perché tutti sono curiosi, ma si deve capire che cosa è veramente importante. L’importante è che noi in ogni momento siamo pronti ad andare dal Signore e tutto quello che succede, se succede, sarà la volontà del Signore, che noi non possiamo cambiare. Possiamo cambiare solo noi stessi!
PADRE LIVIO: Anche la Madonna insiste sul fatto che chi prega non ha paura del futuro. Il vero problema è quando ci allontaniamo dal suo cuore e da quello di Gesù.
MIRJANA: Certo, perché tuo padre e tua madre non ti possono fare nulla di male. Vicini a loro siamo al sicuro.
PADRE LIVIO: Ho letto un articolo recente su una rivista cattolica italiana che irrideva i segreti dicendo che, sommando tutti quelli dei sei veggenti, sarebbero cinquantasette e la buttava nel ridicolo. Che cosa puoi rispondere?
MIRJANA: Anche noi sappiamo la matematica, ma dei segreti non parliamo perché sono segreti.
PADRE LIVIO: Nessuno sa i segreti degli altri veggenti?
MIRJANA: Non parliamo di quello.
PADRE LIVIO: Non ne avete parlato fra di voi?
MIRJANA: Mai ne parliamo. Noi diffondiamo i messaggi della Madonna e quello che il Signore vuole che diciamo alla gente. Ma i segreti sono segreti e noi veggenti tra di noi non parliamo dei segreti.
PADRE LIVIO: Quindi tu non sai quali sono i nove segreti di Vicka e Vicka non sa quali siano i tuoi dieci segreti?
MIRJANA: Ecco non parliamo di questo. Questa è una cosa che è come se fosse dentro di me e so che di questa cosa non si parla.
PADRE LIVIO: Vicka è qui presente. Tu Vicka puoi confermare che non conosci i dieci segreti di Mirjana?
VICKA: Non ho mai avuto nessun bisogno di sapere quello che la Madonna ha detto a Mirjana. Credo che lo stesso lo ha detto anche a me e che i segreti sono uguali.
PADRE LIVIO: Adesso vediamo che cosa si può dire quanto al contenuto almeno di alcuni segreti. Mi pare che si possa dire qualcosa del terzo e del settimo segreto. Del terzo segreto che cosa ci puoi dire?
MIRJANA: Ci sarà un segno sulla collina delle apparizioni, come un dono per tutti noi, perché si veda che la Madonna è qui presente come nostra mamma.
PADRE LIVIO: Come sarà questo segno?
MIRJANA: Bellissimo!
PADRE LIVIO: Senti Mirjana, non voglio apparirti curioso e tanto meno indurti a dire qualcosa che non vorresti. Però, mi pare giusto che gli ascoltatori di Radio Maria possano sapere quello che la Madonna desidera o permette che si sappia. Per quanto riguarda il segno ti faccio una domanda precisa, però, se vuoi, evita pure di rispondere. Sarà un segno che ha un significato spirituale?
MIRJANA: Sarà un segno ben visibile, che non si poteva essere fatto con mani umane; una cosa del Signore che rimane.
PADRE LIVIO: È una cosa del Signore. Mi pare una affermazione piena di significato. Ma è una cosa che viene dal Signore, perché solo il Signore è onnipotente e la può fare, o perché il segno ha un significato spirituale e trascendente? Se il segno è una rosa, a me non dice niente. Se, invece, è una croce, allora mi dice molto.
MIRJANA: Non posso dire niente di più. Ho detto tutto quello che si poteva dire. PADRE LIVIO: Comunque, hai detto tante belle cose.
MIRJANA: Sarà un dono per tutti noi, che non si può fare con mani umane e che è una cosa del Signore.
PADRE LIVIO: Ho chiesto a Vicka se io vedrò questo segno. Lei mi ha risposto che non sono così tanto vecchio. Allora voi sapete la data del segno?
MIRJANA: Sì, so la data.
PADRE LIVIO: Dunque sai, esattamente la data e in che cosa consiste. Tu, Vicka, sai la data?
VICKA: Sì, anch'io so la data
PADRE LIVIO: Adesso passiamo al settimo segreto. Che cosa è lecito sapere del settimo segreto?
MIRJANA: Ho pregato la Madonna se fosse possibile che almeno una parte di quel segreto si cambiasse. Lei ha risposto che dovevamo pregare. Abbiamo pregato moltissimo e lei ha detto che è stata modificata una parte, ma che ora non si può più cambiare, perché è la volontà del Signore che si debba realizzare.
PADRE LIVIO: Allora, se il settimo segreto è stato mitigato, significa che è un castigo.
MIRJANA: Non posso dire nulla.
PADRE LIVIO: Non potrà né essere ulteriormente mitigato e neppure abolito?
MIRJANA: No.
PADRE LIVIO: Tu, Vicka, sei d'accordo?
VICKA: La Madonna ha detto che il settimo segreto, come ha già detto Mirjana, è stato in parte cancellato con le nostre preghiere. Ma, siccome Mirjana sa più di me di queste cose, lei adesso risponde direttamente.
PADRE LIVIO: Insisto su questo punto perché qualcuno dice in giro che, se si prega, si può...
MIRJANA: Non è possibile che venga abolito del tutto. E’ stata tolta una parte e basta.
PADRE LIVIO: Insomma, è stato mitigato e ora si realizzerà necessariamente.
MIRJANA: Questo è quello che la Madonna ha detto a me. Non chiedo più queste cose perché non è possibile. Questa è la volontà del Signore e si deve fare.
PADRE LIVIO: Di questi dieci segreti c'è qualcuno che riguarda te personalmente o riguardano tutto il mondo?
MIRJANA: Io non ho segreti che riguardano me personalmente.
PADRE LIVIO: Quindi riguardano...
MIRJANA: Tutto il mondo.
PADRE LIVIO: Il mondo o la Chiesa?
MIRJANA: Io non voglio essere così precisa, perché i segreti sono segreti. Dico solo che i segreti riguardano il mondo.
PADRE LIVIO: Ti faccio questa domanda per analogia col terzo segreto di Fatima. Esso riguardava certamente i disastri della guerra che sarebbe venuta, ma anche la persecuzione alla Chiesa e infine l'attentato al Santo Padre.
MIRJANA: Non voglio essere precisa. Quando la Madonna lo vuole, dirò tutto. Adesso sto zitta.
PADRE LIVIO: Dobbiamo però dire che, nonostante i vent'anni che abbiamo alle spalle, il più deve ancora venire per quanto riguarda Medjugorje. Si direbbe che la Madonna ci ha preparato per momenti particolarmente impegnativi. Infatti i segreti riguardano il mondo in generale.
MIRJANA: Sì.
PADRE LIVIO: Tuttavia siamo certi che almeno il terzo è positivo.
MIRJANA: .
PADRE LIVIO: Tutti gli altri sono negativi?
MIRJANA: Non posso dire nulla. Lei ha detto quello. Io sto zitta.
PADRE LIVIO: D'accordo, l'ho detto io, non tu.
MIRJANA: Come dice Gesù: "Tu hai detto questo". Lo dico anch' io: "Tu hai detto questo". Quello che potevo dire dei segreti, io l'ho detto.
PADRE LIVIO: Sì, ma bisogna che abbiamo le idee chiare e ordinate su quelle cose che è lecito sapere. Abbi un po' di pazienza se ti chiedo ancora qualche chiarimento. Tu di ogni segreto sai quando accadrà?
MIRJANA: Sì, ma veramente non voglio parlare dei segreti perché è la volontà della Madonna di non parlare.
PADRE LIVIO: Tu non dire quello che non si può, ma almeno dì qualcosa su quello che si può. Sai di ognuno quando accadrà. Sai anche dove?
MIRIANA: Anche dove.
PADRE LIVIO: Ho capito: sai dove e quando.
MIRJANA: Sì.
PADRE LIVIO: Queste due parole, dove e quando, sono molto importanti. Adesso vediamo come avviene il procedimento attraverso il quale i segreti vengono resi noti. La Madonna ti dirà qualcosa al momento debito? I dieci segreti verranno rivelati secondo l'ordine progressivo, cioè il primo, il secondo, il terzo e così via?
MIRJANA: Non posso dire nulla di più.
PADRE LIVIO: Non insisto. Che cosa puoi dire su una diceria che circola, secondo la quale tu avresti scritto i dieci segreti?'
MIRJANA: Guarda, Padre, se noi vogliamo proseguire l'intervista su cose importanti, cioè sulla Madonna e i suoi messaggi, io rispondo volentieri, ma dei segreti non parlo, perché sono segreti. Ci hanno provato tutti, dai sacerdoti ai comunisti, soprattutto con Jakov che aveva solo nove anni e mezzo, ma non sono mai riusciti a capire o a sapere qualche cosa. Lasciamo perciò questo argomento. Se succederà, sarà la volontà del Signore e questo l'abbiamo chiarito. L'importante è che la nostra anima sia pronta e preparata per trovare il Signore allora non dovremo preoccuparci né per il futuro e né per null'altro.
PADRE LIVIO: Quindi dobbiamo rimanere su quelle informazioni che tu ci hai dato all'inizio?
MIRJANA: Ecco, e basta
PADRE LIVIO: Sinceramente c'è quanto basta per meditare a lungo.
MIRJANA: Quello è quanto la Madonna vuole che sappiamo.
PADRE LIVIO: Per quanto mi riguarda, obbedisco più che volentieri. L'ultima cosa che non ho ancora chiarito e alla quale neppure Vicka ha saputo rispondermi, e che perciò devo chiedere a te, è questa: la rivelazione dei dieci segreti, per bocca di Padre Petar, avverrà rendendo noto un segreto per volta, o tutti insieme in una sola volta? Non è una cosa da poco, perché se avverrà per dieci volte successive, rischieremo un infarto. Neanche questo ci puoi dire?
MIRJANA: Non posso.
PADRE LIVIO: Però tu lo sai?
MIRJANA: Si.
PADRE LIVIO: Benissimo. Ecco, lasciamo dunque questo argomento e chiudiamo la parentesi. Credo che sappiamo tutto quello che è necessario sapere.
MIRJANA: Che possiamo sapere!
PADRE LIVIO: Per quanto mi riguarda non voglio saperne di più, neanche mi fosse concesso. Preferisco aspettare con fiducia le sorprese di Dio. Non voglio neppure sapere se sarò vivo io. Mi basta sapere che lo sappia Dio. Ma ora vorrei cercare di capire il significato teologico e spirituale di tutto questo. Se colloco i dieci segreti nel contesto dei messaggi della Madonna, mi pare di poter dire che essi, anche se a prima vista possono costituire per noi un motivo di preoccupazione, in realtà sono una manifestazione della divina misericordia. Infatti, la Madonna in molti messaggi dice di essere venuta per costruire con noi il nuovo mondo della pace. Quindi l'approdo finale, cioè il punto di arrivo di tutto il piano della Regina della pace, è un golfo di luce, cioè un mondo migliore, più fraterno e più vicino a Dio.
MIRJANA: Sì, si. Sono sicura che alla fine vedremo questa luce. Vedremo il trionfo del cuore della Madonna e di Gesù. 
Fonte:http://medjugorje.altervista.org/doc/mirjana//int1-3.html

Nessun commento:

Posta un commento