Translate

lunedì 23 febbraio 2015

Io ho deciso di testimoniare la mia fede ed i messaggi della Madonna di Medjugorje.

LA MADONNA MI E' APPARSA NEL NOVEMBRE DEL 2000, SONO TORNATO DAL MIO 35° PELLEGRINAGGIO A MEDJUGORJE.
Ho sempre sentito nel mio cuore fin da bambino un intenso amore per la Madonna, e un desiderio struggente di vederla almeno una volta nella vita. Da quando avevo 10 anni fino ai 18, mi svegliavo sempre la notte intorno alle 2:00 perché sentivo dentro il mio cuore una gioia ed un amore così intensi per la Madonna da non poter più dormire e da allora pregavo intensamente chiedendo a

Maria di poterla vedere almeno una volta nella mia vita. Poi l’età dell’adolescenza, della ribellione a tutto, del non accettare le regole.
Un grande ed infinito amore per la musica rock e pop, in particolar modo per Elton John, i Queen, i Pink Floyd, Billy Joel, David Bowie, Lou Reed, ecc. ecc. Un’adolescenza vissuta a pieno ritmo, amici ed amiche in tutti i luoghi sempre alle feste, a Milano, nei luoghi di villeggiatura, avevamo inoltre alcune band e mi esibivo spesso nei villaggi turistici, imitando anche le rock star inglesi.Un giorno nel Maggio del 1999 mia madre mi invitò a partecipare ad un incontro di preghiera che si svolge spesso alle Ghiaie di Bonate dove la Santissima Vergine era apparsa nel 1944 alla piccola Adelaide
Roncalli.Li incontrai un mio grande amico di Merate, Gianluigi Passoni, il quale mi diede da leggere il libro di Don Zorza "GRAZIE PER AVERE RISPOSTO ALLA MIA CHIAMATA", che è la frase con la quale la Madonna di Medjugorje termina ogni volta i suoi messaggi dalla prima apparizione avvenuta il 25 Giugno 1981 ad ora. Leggere delle innumerevoli conversioni e dei tanti miracoli avvenuti in quel
luogo per mano sua e di suo figlio Gesù, fu per me un folgorazione. Continuo per un anno a frequentare quel luogo ed i vari gruppi di preghiera, nel frattempo oltre alle preghiere cominciavano anche grandi profumazioni di rose nella mia stanza. In Luglio del 2000 andai direttamente negli studi di Radio Maria a parlare con Padre Livio Fanzaga, gli parlai del mio desiderio imminente di andare a Medjugorje e del mio incontenibile amore per la
Madonna. Il Sacerdote commosso da tanto ardore mi mise in contatto subito con Ante Ivankovic', il fratello della veggente Vicka, il quale mi diede appuntamento con la sorella in settembre del 2000 in occasione del mio primo pellegrinaggio in Bosnia Erzegovina. Sono stato con loro per 6 giorni durante il mio primo
pellegrinaggio e per me è stata una folgorazione ed una emozione incredibile. Ma il fatto più sorprendente doveva ancora accadermi.
Nel Novembre del 2000, un giovedì sera alle ore 21:30 circa, stavo salendo le scale tra il secondo ed il terzo piano nel palazzo di casa vecchia in Via Pascoli, ero con mia cognata quando ad un certo punto sentii una
voce nel cuore di una giovane fanciulla che mi chiedeva di uscire sul balcone.Entrato in casa mi affacciai sul balcone, fu a quel punto che la vidi: in 5 secondi 3 lampi di luce intensissima bianca esplosero in cielo, e tutto ad un tratto mi apparve Lei, la Regina della Pace, bellissima e luminosa con gli occhi incredibilmente azzurri e con un grandissimo sorriso si stagliava nel cielo tutta bianca e circondato da un alone di luce con i piedi che affondavano in una nuvola grigia. Ne fui abbagliato, si era realizzato il desiderio che custodivo nel cuore da quando ero piccolo.Il giorno dopo ne parlai nel confessionale con Don Felice Viasco ex prevosto di Merate che mi
disse:"quello che il Signore ti ha fatto attraverso la sua Santissima Madre è un grandissimo dono per la tua conversione".Da allora ho capito che la Madonna è presente nel nostro cuore ogni istante della nostra vita. Le ho aperto il mio cuore e ho cominciato a scrivere servizi su Medjugorje per un editore di Bergamo, ho cominciato in lungo ed in largo in tutta la Brianza a distribuire i suoi messaggi e a testimoniare a tutti la presenza di Maria a Medjugorje, inoltre
anche attraverso internet svolgo un intenso lavoro di testimonianza e di vicinanza alle persone afflitte e bisognose ed anche a quelli che si vogliono avvicinare al Signore attraverso la Madonna a Medjugorje.
Dal Settembre del 2000 ho visitato Medjugorje per 32 volte e l'intima amicizia con Vicka e gli altri veggenti si è rafforzata di anno in anno. Io mi sento molto fortunato e testimone della presenza
di Maria a Medjugorje, e come ripete la veggente Vicka nessuno arriva a Medjguorje per caso, tutti indistintamente sono stati chiamati per la loro conversione.Tu pensi sia stato per caso, in realtà è la Vergine che ha preparato tutto. Poi tocca a te rispondere come vuoi. Io ho deciso di testimoniare la mia fede ed i messaggi della Madonna a Medjugorje.Noi a nostra volta, i suoi apostoli, dobbiamo mettere in guarda tutti gli altri, perché come ripete Maria a Medjugorje, Satana non è
mai stato così tanto forte come in questo secolo, dobbiamo incessantemente pregare in difesa dei giovani, dei Sacerdoti e delle famiglie che sono nel mirino delle forze del male e pregare molto.In conclusione, vorrei ringraziare uno per uno tutti gli amici che sono stati con noi in tutti questi anni in pellegrinaggio, ed in particolar modo Alberto Bonifacio l'eroe nascosto della Bosnia Erzegovina con i suoi 400 pellegrinaggi a favore di meno
fortunati. Inoltre ringrazio il mio grande amico Walter Perego, il quale mi è stato di grande aiuto in questi anni per la collaborazione nella stesura dei servizi per le apparizioni, la famiglia Sangalli con la quale ho condiviso molti e sentiti pellegrinaggi, tutto il mio gruppo ringraziandoli uno per uno. Infine ringrazio con tutto il cuore il
mio direttore spirituale Padre Albano Giolo, Don Adriano Ferrario, Don Fortunato, Padre Antonio Dalberto, Padre Ljubo Kurtovic, Padre Petar Lijubicic, Padre Felice Monchieri e tutti i Sacerdoti che mi sono stati vicino in questi
anni.Come dono e ringraziamento alla Madonna per questa grande chiamata a testimoniare la sua presenza a Medjugorje, io e la mia grande amica Elena Artioli, anche lei testimone delle apparizioni con una bellissima storia di
conversione, stiamo scrivendo un libro-testimonianza dedicato totalmente alla Regina della Pace.Infine un grande ringraziamento a Ante Ivankovic', Vicka e tutta la sua famiglia per
l'accoglienza, la famigliarità e la condivisione di questo grande ed impegnativo cammino di fede.Con grande affetto e affidandovi tutti sempre alla Regina della Pace, vostro 

                 Marco Ripamonti.

Nessun commento:

Posta un commento