Translate

sabato 28 febbraio 2015

“Vorrei che le persone venissero e conoscessero Medjugorje”

L’esperienza di un pellegrino:

Milioni di pellegrini, provenienti da tutto il mondo, hanno risposto alla chiamata della Madonna, Regina della pace. Nel nostro sito web potete leggere la testimonianza di molti di loro: essi testimoniano cambiamenti di vita, una grande gratitudine verso la Regina della pace per le benedizioni ricevute e per aver cominciato un nuovo cammino con Cristo. Anche Željko Kaić, proveniente da Karlovac, nel corso di un programma di Radio “Mir” Medjugorje, ha condiviso con noi la sua testimonianza. “Ho visitato Medjugorje per la prima volta circa tredici anni fa. Vengo qui spesso e posso dire che oggi il mio modo di venire è diverso da quello in cui venivo all’inizio. Essere a Medjugorje, luogo di preghiera e di grazia, è qualcosa di particolare, che non si può descrivere. Per me la Messa è tutto. È bello andare sul Križevac a pregare la Via Crucis, stare con noi stessi e col Signore, trovare quella pace che manca a tutti noi. Senza la Madonna, senza tenere in mano il Rosario, senza la preghiera quotidiana in famiglia, non c’è nulla. Vorrei che le persone venissero e conoscessero Medjugorje, che vedessero cos’è la Messa, cos’è la preghiera”, ha affermato il pellegrino Željko Kaić. 
Objavljeno: 27.02.2015.

Nessun commento:

Posta un commento