Translate

mercoledì 11 marzo 2015

Informazioni per i pellegrini e per i sacerdoti in pellegrinaggio a Medjugorje


Note ed informazioni per i pellegrini

Cari pellegrini !

A nome di tutti i sacerdoti che prestano il loro servizio in questa parrocchia, desidero porgere a voi tutti, che venite a Medjugorje come guide spirituali dei gruppi, un sincero benvenuto.
Desidero ringraziarvi di cuore per l’interesse e la disponibilità che manifestate nel visitare questo luogo di grazia e di preghiera. Possa Dio Onnipotente, per intercessione della nostra Madre Celeste Maria, ricompensare tutto l’impegno e gli sforzi profusi nel venire qui.
Augurandovi un soggiorno nel nostro centro il più piacevole e proficuo possibile, desidero fornirvi alcune linee guida. Vi prego di leggerle e seguirle con attenzione:
  1. Le Sante Messe vengono celebrate solo nella chiesa parrocchiale. E’ possibile celebrare la Santa Messa nella Cappella dell’adorazione previo accordo con il parroco. Secondo le disposizioni ecclesiastiche, è proibito celebrare la Santa Messa presso le pensioni, le case private nelle quali si soggiorna, sui monti ed in qualsiasi altra comunità o cappella situate sul territorio della parrocchia di Medjugorje. Per ulteriori chiarimenti ed informazioni, è possibile rivolgersi all’Ufficio Informazioni del Santuario.
  2. I raduni di preghiera nel territorio della parrocchia possono essere organizzati esclusivamente previa autorizzazione del parroco.
  3. Soltanto i sacerdoti che prestano servizio in parrocchia possono incontrare i pellegrini nei locali della chiesa. Tutti gli altri sono tenuti a chiedere l’autorizzazione del parroco.
  4. Nessuno è autorizzato a «pregare per altre persone» neppure in prossimità dello spazio della chiesa.
  5. I sacerdoti sono invitati a concelebrare la Santa Messa serale (portare con sé tutto il necessario: alba, stola, messale…) e, se dispongono della giurisdizione alla confessione, saranno a disposizione dei pellegrini per confessare nella propria lingua madre o nella lingua parlata.
  6. Le guide dei gruppi di pellegrinaggio concordano gli incontri con i sacerdoti ed i veggenti presso l’Ufficio Informazioni del Santuario.
  7. Chiediamo ai gruppi di pellegrini di prendere una guida professionalmente addestrata a guidare i gruppi di pellegrini a Medjugorje. Il servizio guide può essere richiesto all’Ufficio Informazioni del santuario.
  8. Preghiamo le guide dei gruppi di pellegrini di comunicare l’arrivo del proprio gruppo et il numero dei pellegrini all’Ufficio Informazioni del Santuario, al seguente numero di telefono/fax: + 387 36 651 988 oppure all’indirizzo e-mail: informacije@medjugorje.hr
  9. Vi prego di non organizzare altri programmi durante l’orario del programma di preghiera serale presso il Santuario.
  10. Lo spazio attorno alla Chiesa, sul Podbrdo e Križevac è uno spazio di preghiera. Vi prego pertanto di rispettarlo in quanto tale, mantenendo un comportamento dignitoso ed un abbigliamento che non infastidisca la preghiera ed il raccoglimento altrui. Vi prego inoltre di prestare attenzione alla pulizia.
  11. Non accendete candele a Podbrdo o sul Križevac. E’ possibile accendere candele soltanto nell’apposito luogo, sul lato ovest della chiesa, vicino alla croce di legno. Non lasciate oggetti votivi o foto a Podbrdo o sul Križevac.
  12. Non è consentito fumare in chiesa, né nel luogo di preghiera circostante.
  13. Consapevoli della grandezza della presenza di Dio e per difendere l’atmosfera di preghiera e raccoglimento, non è consentito scattare fotografie durante le Sante Messe e l’adorazione.
  14. E’ vietato chiedere la carità, se non durante la Santa Messa. Qualora notiate qualcuno che lo faccia in momenti diversi, vi preghiamo di informare l’Ufficio Informazioni del Santuario.
  15. Le intenzioni per le Sante Messe e votive e qualsiasi altro contributo volontario per il mantenimento di questo luogo sacro potranno essere consegnati all’Ufficio Parrocchiale. Grazie!
Con la benedizione divina,
il Parroco, Dr. P. Ivan Sesar, OFM

Informazioni generali per i sacerdoti in pellegrinaggio a Medjugorje

A nome di tutti i sacerdoti che prestano il loro servizio in questa parrocchia, desidero porgere a voi tutti un sincero benvenuto. Desidero ringraziarvi di cuore per l’interesse e la disponibilità che manifestate nel visitare questo luogo di grazia e di preghiera. Possa Dio Onnipotente, per intercessione della nostra Madre Celeste Maria Regina della Pace, ricompensare tutto l’impegno e gli sforzi profusi nel venire qui. Possa Dio glorificarsi attraverso di voi e attraverso il vostro servizio sacerdotale anche in questo luogo nel quale si offrono, ai pellegrini di tutto il mondo, in abbondanza strumenti di salvezza. Sono convinto che l’arrivo e il soggiorno in questo conosciuto luogo di preghiera saranno per voi un vero rinnovamento spirituale. Quanto i fedeli di questa nostra epoca moderna hanno bisogno del sacerdote, in quanto ministro dei misteri di Dio, credo che qui lo potrete sperimentare in maniera molto consistente.
Perciò, anche in questo modo, oso pregarvi che con la forza del vostro ministero sacerdotale e con l’incarico della Chiesa che avete, siate annunciatori della misericordia di Cristo e del suo amore verso noi uomini. Augurandovi un soggiorno nei nostri luoghi il più piacevole e proficuo possibile, desidero fornirvi alcune linee guida da rispettare. Vi prego sinceramente di leggerle con attenzione e di seguirle:
Vi preghiamo di attenervi alle leggi ecclesiali previste nel Diritto canonico, nelle leggi liturgiche generali, nel regolamento e nelle prescrizioni date da parte del competente magistero della chiesa per la vita e il servizio dei sacerdoti.
Per partecipare alla vita liturgica della parrocchia, congruente alle prescrizioni della Chiesa, occorre avere la lettera di raccomandazione (celebret) da parte del vostro Ordinariato o del vostro Superiore, con data non anteriore ad un anno (cfr. Diritto canonico, can. 903).
Portate con voi l’abito liturgico (alba e stola). La celebrazione eucaristica non è permessa senza l’abito liturgico previsto nelle rubriche liturgiche (cfr. Diritto canonico, can. 929).
Se disponete dei permessi necessari, avete la possibilità di concelebrare la santa Messa, nella vostra lingua materna o nelle lingue che conoscete, all’orario previsto secondo l’ordine quotidiano delle Messe. Se, invece, volete presiedere o tenere l’omelia, dovete prendere contatto con le persone incaricate presso l’Ufficio Parrocchiale.
Durante l’omelia osservate le indicazioni della Chiesa, tenendo conto delle diversità nazionali, culturali e altre dei pellegrini che vi ascoltano.
E’ permesso celebrare la santa Messa solo nel posto santificato, ufficialmente previsto. Con il decreto del Vescovo locale è proibito celebrare la santa Messa presso le pensioni, le case private nelle quali si soggiorna, sui monti ed in qualsiasi altra comunità o cappella situata sul territorio della parrocchia di Medjugorje (cfr. Bisk. Ordinarijat Mostar br. 525/99.) Per qualsiasi chiarimento ulteriore potete rivolgervi all’Ufficio Informazioni.
Il punto centrale della giornata è il programma di preghiera serale. Siete invitati, in quanto avete compiuto i punti sopra elencati, a concelebrare la Santa Messa serale.
Prima della Santa Messa siete pregati di iscrivervi nel Libro del registro che si trova nella sacrestia della chiesa parrocchiale (nome, cognome e il paese di provenienza). Tutte le vostre intenzioni nella Santa Messa sono per le vostre intenzioni.
Se, in conformità con le norme del Diritto canonico, avete la giurisdizione alla confessione, vi preghiamo di essere a disposizione dei pellegrini per la confessione nella propria lingua materna o nelle lingue parlate.
Per eseguire il sacramento della confessione siate vestiti in modo liturgicamente appropriato (alba e stola). Possibilmente non confessate fuori dei confessionali, salvo l’esistenza di una ragione giustificata (cfr. Diritto canonico, can. 964).
Con il proprio gruppo di pellegrini potete organizzare i momenti di preghiera negli appositi luoghi (Collina delle apparizioni, Križevac, attorno alla scultura di Gesù Risorto...), facendo attenzione a non disturbare gli altri pellegrini.
Durante il comune programma di preghiera serale nella chiesa parrocchiale non è lecito organizzare qualsiasi altro programma di preghiera sul territorio della parrocchia.
Soltanto i sacerdoti che prestano servizio in parrocchia possono incontrare i pellegrini nei locali della chiesa. Tutti gli altri sono tenuti a chiedere l’autorizzazione del parroco.
Senza previa autorizzazione del parroco, nel territorio della parrocchia non è possibile organizzare i raduni di “preghiera per la guarigione” o “preghiera sugli altri”. Se disponete dei permessi necessari, siete tenuti ad osservare seriamente le indicazioni delle leggi ecclesiastiche.
Per ogni vostra necessità sacerdotale desideriamo, per quanto ci è possibile, essere a vostra disposizione.
Con la benedizione di Dio
Dr. fra Ivan Sesar, OFM, parroco

Nessun commento:

Posta un commento