Translate

mercoledì 30 marzo 2016

La 2° Domenica di Pasqua di ogni anno, Festa della Divina Misericordia a Šurmanci

La Domenica della Divina Misericordia a Šurmanci

data: 29.03.2016.
A Šurmanci, frazione della parrocchia di Medjugorje situata nei pressi del fiume Neretva, c’è una chiesetta costruita nel 2002 e dedicata a Gesù Misericordioso. La Seconda Domenica di Pasqua di ogni anno, Festa della Divina Misericordia, si celebra anche l’anniversario della sua Dedicazione. Anche quest’anno l’evento centrale della giornata, in quella chiesa, sarà la celebrazione della Messa delle ore 11:00. L’icona monumentale di Gesù Misericordioso, che caratterizza l’edificio sacro, è stata donata a Medjugorje da un gruppo di preghiera di Trento. Essa ha un grande valore: il miracolo di guarigione fisica verificatosi per suo mezzo è stato infatti ritenuto una delle prove che hanno portato alla Beatificazione di suor Faustina Kowalska, all’approvazione della devozione a Gesù Misericordioso ed all’istituzione della Festa della Divina Misericordia, la Prima Domenica dopo Pasqua. Prima di trovare la sua collocazione definitiva in quella chiesetta, dedicata appunto a Gesù Misericordioso, l’icona era stata custodita per alcuni anni nella cappella  del cimitero di Šurmanci. Fin dal tempo della sua edificazione, la chiesetta di Gesù Misericordioso di  Šurmanci è meta di pellegrinaggio di numerosi fedeli, che si recano là in gruppo per pregare la Coroncina alla Divina Misericordia dinanzi all'icona di Gesù Misericordioso e raccomandarsi a Lui.

Fonte: http://www.medjugorje.hr/it/attualita/la-domenica-della-divina-misericordia-a-surmanci,7813.html

domenica 27 marzo 2016

Dopo la Croce c’è la Resurrezione! Ecco alcuni suoi messaggi dati a Medjugorje su questo:

Dopo i turbamenti viene la Pace, dopo la Croce c’è la Resurrezione!
Ce lo ricorda la Beata Vergine Maria:  dopo la Croce c’è la Resurrezione! Ecco alcuni suoi messaggi dati a Medjugorje su questo:
“Cari figli, desidero che sentiate tutti, in voi stessi, la Resurrezione, che voi tutti sentiate la libertà di fronte ai problemi e alle difficoltà che spesso vi legano. Cari figli, dovete aprire completamente i vostri cuori per poter lodare Dio in mezzo alle difficoltà e poter portare le vostre croci con amore. Gesù ha portato la Croce per il mondo intero, ed Egli era pieno di pace e d’amore, è resuscitato ed è salito al Cielo. Per questo, cari figli, anche voi, portate le vostre croci con amore! La Croce è salvezza, e dopo la Croce, c’è la Resurrezione!”
Messaggio del 20 marzo 1990 
“Cari figli! Vi invito a decidervi di nuovo ad amare Dio al di sopra di tutto. In questo tempo in cui, a causa dello spirito consumistico, si dimentica cosa significa amare ed apprezzare i veri valori, io vi invito di nuovo, figlioli, a mettere Dio al primo posto nella vostra vita. Che satana non vi attiri con le cose materiali ma, figlioli, decidetevi per Dio che è libertà e amore. Scegliete la vita e non la morte dell’anima. Figlioli, in questo tempo in cui meditate la passione e la morte di Gesù, vi invito a decidervi per la vita che è rifiorita con la resurrezione e che la vostra vita oggi si rinnovi attraverso la conversione che vi condurrà alla vita eterna. Grazie per avere risposto alla mia chiamata!”
Messaggio del 25 marzo 1996
“Cari figli, anche oggi sono con voi in un modo speciale meditando e vivendo nel mio cuore la passione di Gesù. Figlioli aprite i vostri cuori e datemi tutto ciò che vi è in essi: le gioie, le tristezze ed ogni dolore anche il più piccolo, perché io possa offrirli a Gesù, affinché Egli con il suo amore incommensurabile bruci e trasformi le vostre tristezze nella gioia della sua resurrezione. Ecco perché adesso vi invito, figlioli, in modo particolare ad aprire i vostri cuori alla preghiera, cosicché attraverso essa diventiate amici di Gesù. Grazie per aver risposto alla mia chiamata!”
Messaggio del 25 febbraio 1999
“Non guardate il peso della Croce, poiché essa è salvezza. Aiutate le persone intorno a voi a considerare la Croce non come un peso, ma come la salvezza. Dopo la Croce c’è la Resurrezione!”
Messaggio del 9 novembre 1989 
“Cari figli ho scelto voi, apostoli miei, perché tutti portate dentro di voi qualcosa di bello. Voi potete aiutarmi affinché l’amore per cui mio Figlio è morto, ma poi anche risorto, vinca nuovamente. Perciò vi invito, apostoli miei, a cercare di vedere in ogni creatura di Dio, in tutti i miei figli, qualcosa di buono e a cercare di comprenderli. Figli miei, tutti voi siete fratelli e sorelle per mezzo del medesimo Spirito Santo. Voi, ricolmi d’amore verso mio Figlio, potete raccontare a tutti coloro che non hanno conosciuto questo amore ciò che voi conoscete. Voi avete conosciuto l’amore di mio Figlio, avete compreso la sua risurrezione, voi volgete con gioia gli occhi verso di lui. Il mio desiderio materno è che tutti i miei figli siano uniti nell’amore verso Gesù. Perciò vi invito, apostoli miei, a vivere con gioia l’Eucaristia perché, nell’Eucaristia, mio Figlio si dona a voi sempre di nuovo e, col suo esempio, vi mostra l’amore e il sacrificio verso il prossimo. Vi ringrazio”.
Messaggio del 2 aprile 2015
“Cari figli, io sono sempre con voi, perché mio Figlio vi ha affidato a me. E voi, figli miei, voi avete bisogno di me, mi cercate, venite a me e fate gioire il mio Cuore materno. Io ho ed avrò sempre amore per voi, per voi che soffrite e che offrite i vostri dolori e le vostre sofferenze a mio Figlio e a me. Il mio amore cerca l’amore di tutti i miei figli ed i miei figli cercano il mio amore. Per mezzo dell’amore, Gesù cerca la comunione tra il Cielo e la terra, tra il Padre Celeste e voi, miei figli, la sua Chiesa. Perciò bisogna pregare molto, pregare ed amare la Chiesa a cui appartenete. Ora la Chiesa soffre ed ha bisogno di apostoli che, amando la comunione, testimoniando e dando, mostrino le vie di Dio. Ha bisogno di apostoli che, vivendo l’Eucaristia col cuore, compiano opere grandi. Ha bisogno di voi, miei apostoli dell’amore. Figli miei, la Chiesa è stata perseguitata e tradita fin dai suoi inizi, ma è cresciuta di giorno in giorno. È indistruttibile, perché mio Figlio le ha dato un cuore: l’Eucaristia. La luce della sua risurrezione ha brillato e brillerà su di lei. Perciò non abbiate paura! Pregate per i vostri pastori, affinché abbiano la forza e l’amore per essere dei ponti di salvezza. Vi ringrazio!”

Messaggio del 2 dicembre 2015 
“Cari figli vi ho invitati e vi invito nuovamente a conoscere mio Figlio,a conoscere la verità. Io sono con voi e prego che ci riusciate. Figli miei, dovete pregare molto per avere quanto più amore e pazienza possibile, per saper sopportare il sacrificio ed essere poveri in spirito. Mio Figlio, per mezzo dello Spirito Santo, è sempre con voi. La sua Chiesa nasce in ogni cuore che lo conosce. Pregate per poter conoscere mio Figlio, pregate affinché la vostra anima sia una cosa sola con lui. È questa la preghiera ed è questo l’amore che attira gli altri e vi rende miei apostoli. Vi guardo con amore, con amore materno. Vi conosco, conosco i vostri dolori e le vostre afflizioni, perché anch’io ho sofferto in silenzio. La mia fede mi ha dato amore e speranza. Vi ripeto: la Risurrezione di mio Figlio e la mia Assunzione al Cielo sono per voi speranza e amore. Perciò, figli miei, pregate per conoscere la verità, per avere una fede salda, che guidi i vostri cuori e sappia trasformare le vostre sofferenze e i vostri dolori in amore e speranza. Vi ringrazio.”
Messaggio del 2 febbraio 2016 

E Maria, Maria di Magdala “si recò al sepolcro di mattino, quando era ancora buio, e vide che la pietra era stata tolta dal sepolcro. “.
Nella sequenza prima del Vangelo Le chiediamo:
«Raccontaci, Maria:
che hai visto sulla via?».
«La tomba del Cristo vivente,
la gloria del Cristo risorto,
e gli angeli suoi testimoni,
il sudario e le sue vesti.
Cristo, mia speranza, è risorto:
precede i suoi in Galilea».


Fonte: https://ilpellegrinodimedjugorje.wordpress.com/

sabato 26 marzo 2016

Pregate molto domani, giorno di Pasqua, perché ........

Messaggio del 21 aprile 1984
Aprite i vostri cuori a Gesù che nella sua resurrezione vuole colmarvi delle sue grazie. Siate nella gioia! Il cielo e la terra lodano il Risorto! Noi tutti in Cielo siamo felici, ma abbiamo

bisogno anche della gioia dei vostri cuori. Il dono particolare che mio figlio Gesù ed io desideriamo farvi in questo tempo consiste nel darvi la forza di superare con molta facilità le prove cui sarete sottoposti perché noi vi saremo vicini. Se ci ascoltate vi mostreremo come superarle. Pregate molto domani, giorno di Pasqua, perché Gesù risorto regni nel vostro cuore e nelle vostre famiglie. Dove ci sono litigi si ristabilisca la pace. Desidero che qualcosa di nuovo nasca nei vostri cuori e che suscitiate la resurrezione di Gesù anche nei cuori di coloro che incontrate. Non dite che l’anno santo della redenzione è terminato e quindi che non c’è più bisogno di tante preghiere. Anzi, dovete aumentare le vostre preghiere perché l’anno santo ha significato un passo avanti nella vita spirituale.

venerdì 25 marzo 2016

Messaggio del 25 marzo 2016 della Regina della Pace



"Cari figli! Oggi vi porto il mio amore. Dio mi ha permesso di amarvi e per amore invitarvi alla conversione. Figlioli, voi siete poveri nell’amore e non avete ancora compreso che mio figlio Gesù per amore ha dato la Sua vita per salvarvi e per donarvi la vita eterna. Perciò pregate figlioli, pregate, per poter comprendere nella preghiera l’amore di Dio. ImageGrazie per aver risposto alla mia chiamata.”

Oggi inizia la Novena alla Divina Misericordia:

DA RECITARE ALLE ORE 15.00 per 9 giorni

Novena della Divina Misericordia

“Novena alla Divina Misericordia che Gesù mi ha ordinato di scrivere e di fare prima della festa della Misericordia. Ha inizio il Venerdì Santo.
 

Gesù ha deciso di farci dei grandissimi doni, essendo Egli Re della Misericordia ancor prima che Giudice infinitamente giusto, poiché "l'umanità non troverà la pace finché non si rivolgerà con fiducia alla Mia Misericordia". Ecco qui le Sue promesse:

"L'Anima che venererà questa immagine non perirà. Le prometto, ancora sulla Terra, la vittoria sui nemici, ma specialmente in punto di morte.
Io, il Signore, la proteggerò come Mia Gloria. I raggi del Mio Cuore significano Sangue ed Acqua, e riparano le Anime dall'ira del Padre Mio. Beato chi vive alla loro ombra, poiché non lo raggiungerà la mano della Giustizia Divina.
Proteggerò, come una madre protegge il suo bambino, le anime che diffonderanno il culto alla Mia Misericordia, per tutta la loro vita; nell'ora della loro morte, non sarò per loro Giudice ma Salvatore.". La preghiera di venerazione che Gesù ha dettato è la seguente:

O ACQUA E SANGUE CHE SCATURISCI DAL CUORE DI GESU' COME SORGENTE DI MISERICORDIA PER NOI IO CONFIDO IN TE.



"Io do all'umanità un vaso col quale potrà andare ad attingere le grazie alla sorgente della Misericordia: questo vaso è l'immagine con questa iscrizione: "Gesù, io confido in Te!".
Questa immagine deve continuamente ricordare alla povera umanità l'infinita Misericordia di Dio. Chiunque avrà esposta ed onorata, nella sua casa, la Mia Divina Effigie sarà preservato dal castigo.
Come gli antichi Ebrei che avevano segnato le loro case con la croce fatta col sangue dell'agnello pasquale furono risparmiati dall'Angelo Sterminatore, così sarà in quei tristi momenti per coloro che mi avranno onorato esponendo la mia immagine."

"Quanto più grande è la miseria degli uomini, tanto maggior diritto hanno alla Mia Misericordia, perché desidero salvarli tutti. Scrivi che prima di venire come Giudice, spalancherò tutta la grande porta della Mia Misericordia. Chi non vuol passare da questa porta, dovrà passare per quella della Mia Giustizia.
La sorgente della Mia Misericordia è stata aperta dal colpo di lancia sulla Croce, per tutte le Anime. Non ne ho esclusa nessuna. L'umanità non troverà né tranquillità né pace finché non si rivolgerà alla Mia Misericordia. Dì all'umanità sofferente che si rifugi nel Mio Cuore Misericordioso, ed Io la ricolmerò di pace."


"Desidero che la prima domenica dopo Pasqua sia la Festa della Mia Misericordia. Figlia Mia, parla a tutto il mondo della Mia incommensurabile Misericordia! L'Anima che in quel giorno si sarà confessata e comunicata, otterrà piena remissione di colpe e castighi. Desidero che questa Festa si celebri solennemente in tutta la Chiesa."

Come invocare la Misericordia di Gesù Cristo Gesù, nella Sua infinita Misericordia ha ispirato a Suor Faustina la seguente potentissima preghiera, la Coroncina della Divina Misericordia, che si recita sulla corona del S. Rosario. Gesù ha promesso:
"Concederò grazie senza numero a chi recita questa Corona. Se recitata accanto ad un morente non sarò giusto Giudice, ma Salvatore.".

In principio:
+
Padre Nostro, Ave Maria,Credo
Io credo in Dio, Padre onnipotente, creatore del cielo e della terra; e in Gesù Cristo, suo unico Figlio, nostro Signore, il quale fu concepito di Spirito Santo, nacque da Maria Vergine, patì sotto Ponzio Pilato, fu crocifisso, morì e fu sepolto; discese agli inferi; il terzo giorno risuscitò da morte; salì al cielo, siede alla destra di Dio Padre onnipotente; di là verrà a giudicare i vivi e i morti. Credo nello Spirito Santo, la santa Chiesa cattolica, la comunione dei santi, la remissione dei peccati, la risurrezione della carne, la vita eterna. Amen.

Sui 5 grani maggiori:
Eterno Padre, io Ti offro il Corpo, il Sangue, l'Anima e la Divinità del Tuo dilettissimo Figlio e Nostro Signore Gesù Cristo, in espiazione dei nostri peccati e di quelli del mondo intero.

Sui grani minori:
Per la Sua dolorosa Passione abbi misericordia di noi e del mondo intero.

Alla fine (3 volte):
Santo Dio, Santo Forte, Santo Immortale abbi pietà di noi e del mondo intero.

Preghiera per ottenere la conversione di un peccatore .
Invocare l' intercessione di Suor Faustina Kowalska e recitare cin fede :
O sangue ed acqua che scaturisci dal cuore di Gesù, come sorgente di misericordia per noi, io confido in Te!
Gesù:
Quando, con fede e con cuore contrito, mi reciterai questa preghiera per qualche peccatore io gli darò la grazia della conversione.
Non temere Gesù tocchera' il cuore della persona a Lui lontana e gli dara' la grazia della conversione.
Per ogni preghiera puoi chiedere la conversione di un peccatore specifico e non dimenticare MAI l'intercessione di suor Faustina Kowalska .
Ogni giorno quando vedi persone che sono lontane dalla fede invoca l'intercessione di suor Faustina e recita questa preghiera. Al resto pensera' il Signore Gesu'.

-----------------------------------------------------------------------------------------------------------------------

Primo Giorno della Novena

Oggi conducimi l'umanità intera e specialmente tutti i peccatori e immergili nell'oceano della mia Misericordia: con ciò mi consolerai dell'amara tristezza, in cui mi getta la perdita delle anime.
Gesù misericordiosissimo, la cui prerogativa è d'aver compassione di noi e di perdonarci, non guardare i nostri peccati, ma la fiducia che nutriamo nell'infinita tua bontà. Accoglici nella dimora del pietosissimo tuo Cuore, e non permettere che ne abbiamo ad uscire mai più. Te lo chiediamo per l'amore che ti unisce al Padre e allo Spirito Santo. Misericordia dell'Onnipotente che puoi salvare l'uomo peccatore, poiché Tu sei l'oceano dell'amore, soccorri chi t'invoca umilmente.
Eterno Padre, volgi il tuo sguardo di misericordia sopra l'intera umanità e specialmente sopra i peccatori, che sono rinchiusi nel Cuore infinitamente compassionevole di Gesù e, per la sua Passione dolorosa, mostraci la tua Misericordia, affinché cantiamo assieme, eternamente, la gloria dell'onnipotente tua bontà. Amen.
Come si recita la Coroncina della Divina Misericordia
Si recita con la corona del Rosario.
Nel nome del Padre e del Figlio e dello Spirito Santo. Amen.

Si inizia con Padre Nostro. Ave Maria. Credo.

Sui grani del Padre Nostro si dice:
Eterno Padre, Ti offro il Corpo e il Sangue, l'Anima e la Divinità del Tuo dilettissimo Figlio e nostro Signore Gesù Cristo, in espiazione dei nostri peccati e di quelli del mondo intero.

Sui grani dell'Ave Maria si dice:
Per la Sua dolorosa Passione abbi misericordia di noi e del mondo intero.

Alla fine si dice tre volte:
Santo Dio, Santo Forte, Santo Immortale, abbi pietà di noi e del mondo intero.

Nel nome del Padre e del Figlio e dello Spirito Santo. Amen.

mercoledì 23 marzo 2016

24- 25- 26 e 27 marzo a Medjugorje- Programma

24 marzo — Giovedì Santo: Giorno in cui facciamo memoria dell’Istituzione dell’Eucaristia e del Sacerdozio. In mattinata, a Medjugorje, non verrà celebrata alcuna Santa Messa né sarà possibile accostarsi al Sacramento della Riconciliazione. La preghiera del Rosario, presso la chiesa parrocchiale di Medjugorje, avrà inizio alle ore 17:00, mentre la Messa solenne della Cena del Signore verrà celebrata alle ore 18:00. Dopo la Messa, i fedeli avranno la possibilità di adorare il Santissimo Sacramento fino alle ore 24:00. Sarà possibile accostarsi al Sacramento della Riconciliazione dalle ore 16:00 alle ore 17:30.
 

25 marzo  — Venerdì Santo o della Passione del Signore: Nel corso della mattinata, in chiesa, non ci sarà alcuna Celebrazione né ci si potrà accostare al Sacramento della Riconciliazione. La Via Crucis sul Križevac, per i parrocchiani e i pellegrini croati, inizierà alle ore 11:00. Il Rosario in chiesa parrocchiale avrà inizio alle ore 17:00, mentre la Celebrazione della Passione del Signore con il bacio della Croce sarà alle ore 18:00. La Croce è al centro di questa giornata, per cui i fedeli sono invitati a meditare sulla Passione, Morte e Sepoltura del Signore. Nella Chiesa Cattolica, il Venerdì Santo è giorno di digiuno stretto e di astinenza. Avvisiamo, inoltre, che, in conformità all’indicazione dell’Ordinariato Diocesano, le offerte raccolte durante la Celebrazione della Passione del Signore verranno devolute alla Terra Santa. Dalle ore 16:00 alle ore 17:30 sarà possibile accostarsi al Sacramento della Riconciliazione.
 
26 marzo — Sabato Santo e Veglia Pasquale: Il Sabato Santo la Chiesa si intrattiene presso il Sepolcro del Signore digiunando e pregando. Nel corso della mattinata, presso la chiesa parrocchiale di Medjugorje, non si terrà alcuna Celebrazione. Il Rosario avrà inizio, in chiesa, alle ore 20:00, mentre la Celebrazione della Veglia Pasquale inizierà alle ore 21:00. Sarà possibile accostarsi al Sacramento della Riconciliazione dalle ore 19:30 alle ore 20:30. Nel corso del Triduo Pasquale, tutti i sacerdoti sono tenuti a prendere parte alle Celebrazioni Liturgiche prescritte. Essi potranno quindi confessare soltanto fino al momento del loro inizio.  Come di consueto, il programma di preghiera verrà trasmesso in diretta da Radio “Mir” Medjugorje.
 
27 marzo — Pasqua di Risurrezione: Le Sante Messe in lingua croata, presso la chiesa parrocchiale di Medjugorje, saranno celebrate alle ore 7:00, 8:00, 11:00 e 18:00.

Fonte:http://www.medjugorje.hr/it/attualita/settimana-santa-e-pasqua-di-risurrezione-a-medjugorje,7789.html

Numerosi pellegrini stanno trascorrendo la Settimana Santa a Medjugorje

 
 
data: 22.03.2016.
All’inizio della Settimana Santa, l’Ufficio informazioni di Medjugorje registra l’arrivo di pellegrini provenienti dall’Australia, dalla Germania, dall’Italia, dagli USA, dalla Corea, dall’Irlanda, dalla Lituania, dalla Spagna, dall’Ucraina e dalla Slovacchia, oltre naturalmente a quelli venuti dalla Bosnia Erzegovina e dalla Croazia. I giornalisti di Radio “Mir” Medjugorje hanno conversato con alcuni di loro. Antonio Tkalec, un cantautore di musica religiosa, vive e lavora a Varaždin. Ci ha detto di essere stato per la prima volta a Medjugorje nel 2013: “Ogni volta che venivano organizzati pellegrinaggi a Medjugorje, qualcosa mi impediva di venire. Non dimenticherò mai la prima volta che sono venuto, e specialmente la pace che percepivo nelle vicinanze della chiesa: una pace incredibile. Quando vieni non sai mai cosa aspettarti e desideri venire per tutta la vita. Io non facevo altro che ringraziare la Madonna per quella pace. Nel nostro circondario vengono organizzati pellegrinaggi a Medjugorje ed essi richiedono una lunga preparazione. Io ho la benedizione di poter venire a Medjugorje due o tre volte l’anno, e di poterci venire ogni volta da solo. Questo mi è molto caro, perché posso prendermi più tempo per me e stare a Medjugorje in solitudine”.

Celebrazione della Domenica delle Palme a Medjugorje

data: 21.03.2016.
La Domenica delle Palme o della Passione del Signore ci introduce nella Settimana Santa, culmine della preparazione alla più grande Solennità cristiana: la Pasqua. Il 20 marzo la Liturgia della Domenica delle Palme ha avuto inizio, come negli anni passati, nel luogo in cui si trovano le fondamenta dell’antica chiesa parrocchiale. Dopo la proclamazione del Vangelo dell’ingresso del Signore in Gerusalemme e la Benedizione dei rami d’ulivo, ministranti, lettori, cantori, sacerdoti e popolo di Dio — ossia parrocchiani e pellegrini — si sono diretti in Processione liturgica all’Altare esterno della Chiesa Parrocchiale di San Giacomo, dove, alle ore 11:00, fra Karlo Lovrić ha presieduto la Santa Messa della Passione del Signore. Il coro parrocchiale, diretto da suor Irena Azinović, ha animato la Celebrazione Liturgica. L’omelia è stata tenuta da fra Vjekoslav Milićević. Anche quest’anno, ai parrocchiani si sono uniti numerosi pellegrini provenienti dai paesi vicini della Bosnia Erzegovina, dalla Croazia e dall’estero. Oltre alle quattro Sante Messe in lingua croata — celebrate alle ore 7:00, 8:00, 11:00 e 18:00 — nel corso della giornata ne sono state celebrate anche altre nelle lingue dei pellegrini stranieri presenti. Molti pellegrini si sono uniti anche alla preghiera del Rosario sul Podbrdo, iniziata alle ore 14:00. Oltre ai  numerosi fedeli che prendono parte al consueto programma di preghiera, si fanno ogni giorno più lunghe le file di coloro che, di fronte ai confessionali di Medjugorje, attendono pazientemente di potersi accostare al Sacramento della Riconciliazione

venerdì 18 marzo 2016

Messaggio della Regina della Pace, 18 marzo 2016 - Medjugorje

"Cari figli, con un Cuore materno colmo d’amore verso di voi, miei figli, desidero insegnarvi la confidenza totale in Dio Padre. Desidero che, con la visione e l’ascolto interiori, impariate a seguire la volontà di Dio. Desidero che impariate a confidare senza limiti nella sua grazia e nel suo amore, così come io vi ho sempre confidato. Perciò, figli miei, purificate i vostri cuori. 
 (con la confessione)
Liberatevi da tutto quello che vi lega solamente a ciò che è terreno e lasciate che, con la vostra preghiera e il sacrificio, ciò che è Divino dia forma alla vostra vita, affinché il Regno di Dio sia nei vostri cuori, affinché cominciate a vivere a partire da Dio Padre ed affinché cerchiate sempre di camminare con mio Figlio. 
 Ma per fare tutto questo, figli miei, dovete essere poveri in spirito e colmi di amore e misericordia. Dovete avere cuori puri e semplici ed essere sempre disposti al servizio. 
Figli miei, ascoltatemi: parlo per la vostra salvezza. Vi ringrazio”.

Oggi apparizione straordinaria a Mirjana alle ore 14 e sarà in live

L' apparizione straordinaria alla veggente Mirjana, a Medjugorje oggi 18 marzo, sarà live in streaming su www.marytv.tv. a partire dalle 13.30. Basta cliccate la scritta in blù .....oggi è anche il compleanno della veggente...ma la Madonna ha detto che le apparirà sempre in questa data,( 18 marzo) non perchè è il suo compleanno, ma  ha scelto questo giorno per un motivo e solo con il tempo capiremo.

lunedì 14 marzo 2016

Prima delle Palme in questa settimana i parrocchiani e i pellegrini di Medjugorje sono invitati ....

Domenica delle Palme o della Passione del Signore

data: 14.03.2016.
Nella Diocesi di Mostar-Duvno, è antica consuetudine che l’intera settimana che va dalla Quinta Domenica di Quaresima alla Domenica delle Palme venga dedicata a pregare perché la bestemmia sparisca dal nostro popolo. Tutti i parrocchiani e i pellegrini di Medjugorje sono dunque invitati a offrire a Dio, in questa settimana, tutte le loro preghiere in riparazione delle offese a lui arrecate con la bestemmia. Con la Domenica delle Palme o della Passione del Signore ha inizio la Settimana Santa, culmine della preparazione alla Solennità della Risurrezione del Signore. Il 20 marzo la Liturgia della Domenica delle Palme inizierà, a Medjugorje, alle ore 10:30, presso il luogo in cui sono ubicate le fondamenta dell’antica chiesa parrocchiale. Da lì ci si recherà poi in processione alla chiesa parrocchiale di San Giacomo, dove, alle ore 11:00, verrà celebrata la Santa Messa della Passione del Signore. In quella giornata le altre Sante Messe in lingua croata saranno celebrate alle ore 7:00, 8:00 e 18:00. In ogni Santa Messa ci sarà la benedizione dei rami d’ulivo. A partire dalle ore 14:00, come ogni Domenica, verrà pregato il Rosario sul Podbrdo.

Fonte: http://www.medjugorje.hr/it/attualita/domenica-delle-palme-o-della-passione-del-signore,7773.html

domenica 13 marzo 2016

«Chi di voi è senza peccato, getti per primo la pietra ....- di P. SLAVKO BARBARIC


DAMMI IL TUO CUORE FERITO
LA CONFESSIONE: PERCHÉ? COME?
P. SLAVKO BARBARIC

CHIEDI ED ASCOLTA

In cerca di una prima risposta alle domande sulla Confessione e continuando a fare le confessioni, ho avuto la possibilità di incontrarmi con il più grande teologo del nostro secolo: Hans Urs von Balthasar. Gli ho detto: "Da quando sono a Medjugorje, ed anche prima, ho incontrato persone che vengono a confessarsi solo per attenersi ai messaggi che invitano a farlo mensilmente, però spesso mi hanno detto: “Non ho niente, ma sono ugualmente venuto a confessarmi”. Ho chiesto dunque al teologo: "Come bisogna comportarsi con questo tipo di pentimenti? Che cosa bisogna dire?" Egli mi ha sorriso ed ha risposto: "Non deve aver paura, padre. Quando dicono che non hanno nulla da confessare, ringraziate insieme ad essi il Signore perché non hanno peccati. E poi fate questa domanda: “Avete in ogni caso amato Dio più di tutte le altre cose? Ed il vostro prossimo come voi stessi?”.
Domanda ed ascolta! Perché, chi può dire di aver amato perfettamente? Finché non può affermare ciò, deve ammettere qualcosa e per questo deve chiedere perdono.
In quel momento ho capito le parole della Sacra Scrittura in cui si dice che anche l'uomo giusto compie il peccato sette volte: "State attenti a voi stessi! Se un tuo fratello pecca, rimproverarlo; ma se si pente, perdonargli. E se pecca sette volte al giorno contro di te e sette volte ti dice: mi pento, tu gli perdonerai" (Lc 17,3-4).
Perché succede facilmente anche quando si dice che non si odia nessuno e che si amano gli altri come se stessi. Si scopre che in verità ancora non si ama Dio più di ogni altra cosa. Penso che non esprimiamo una condanna quando diciamo che nessuno può dire mai: "Il mio amore è perfetto. Il mio sentimento di pace e la volontà di riconciliazione sono così perfetti che posso rispondere sempre più affermativamente alla domanda: “Hai sempre amato Dio più di ogni altra cosa ed il tuo prossimo come te stesso?”
Intanto, si badi bene, questo interrogativo non viene posto per scovare in ogni occasione il peccato, ma viene rivolto per trovare, sempre, il modo di operare un maggior bene. Mi sembra, infatti, che non si sottolinei mai abbastanza che il Cristianesimo non è una ricerca del peccato per poi spaventare l'uomo.
Il Cristianesimo non si è manifestato per giudicare gli uomini, ma è una realtà presente per la sua salvezza. Il Cristianesimo è, inoltre, la Luce che segue le tracce dell'uomo al buio. E' l'amore che si manifesta e salva l'uomo dall'odio, è la pace che si offre all'uomo agitato, è il tutto che si offre all'uomo agitato e torturato. La Carità che si dona a coloro che sono torturati con crudeltà. E' il perdono che si concede all'uomo distrutto dalla sua implacabilità.
Dunque, come il medico non è importante in quanto scopre la malattia, ma in quanto ne conosce la cura, così avviene per la cristianità nei confronti della Confessione. Il medico non è colpevole perché scopre la malattia, è invece degno di lode proprio perché scopre o riesce ad individuare il medicinale appropriato.
Può capitare che talvolta nella mente del malato si presenti il dubbio che la sua malattia sia stata causata dal medico. Ciò non è giusto e non aiuta a guarire dal male. Qualcosa del genere si può dire del Cristianesimo. Non per difenderlo, ma per comprenderlo con maggiore semplicità.
Quando il Cristianesimo parla di peccato o quando invita alla Confessione, non è per svelare il peccato, ma perché desidera offrire salvezza.
Donando salvezza, più facilmente si trova il peccato. Più facilmente si trova l'uomo distrutto. Il Cristianesimo non ha avuto origine da un malato e peccatore, ma da un sano e santo. Al Cristianesimo non serve l'uomo peccatore, ma per manifestarsi gli è assolutamente necessario l'uomo capace di crescere nell'amore ed in tutte le buone virtù.
In altre parole, la mia domanda e la domanda di molti credenti sulla Confessione è molto fondata, se consideriamo la Confessione solo dal punto di vista di un errore o di una trasgressione compiuti. Ma ciò non è la Confessione e neppure la missione universale del Cristianesimo. La Confessione serve ed è motivata come Sacramento della Riconciliazione. Poiché così l'uomo può crescere sino a giungere alla sua immagine di perfezione che è annunciata e realizzata in Gesù Cristo.
"Cari figli! Per questa solennità desidero dirvi di aprire il cuore al Signore di tutti i cuori. Datemi tutti i vostri problemi. Io voglio consolarvi nelle vostre prove. Desidero colmarvi di pace, di gioia e di amore di Dio. Grazie per aver risposto alla mia chiamata!" (20.6.1985). "Cari figli! Vi esorto verso il prossimo, e soprattutto all'amore verso chi vi procura del male. Così, con l'amore, potrete apprezzare le intenzioni del cuore. Pregate ed amate, cari figli: con l'amore potrete fare anche ciò che vi sembrava impossibile. Grazie per aver risposto alla mia chiamata! " (7.11.1985).

venerdì 11 marzo 2016

Tutti i messaggi dati a Mirjana il 18 marzo ,nel giorno del suo compleanno

Messaggi annuali a Mirjana

 
Mirjana Dragicevic-Soldo ha avuto apparizioni quotidiane dal 24 giugno 1981. al 25 dicembre 1982. Quel giorno, la Vergine le disse:
“Mirjana, ti ho scelta e ti ho detto quanto era necessario. Ti ho anche rivelato molte cose terribili che dovrai portare con te. Pensa a queste lacrime che anch'io verso. Dovrai essere sempre coraggiosa. Hai compreso rapidamente i miei messaggi e quindi ora devi anche comprendere che io devo andare. Sii coraggiosa...!”
Affidandole il decimo segreto, la Vergine le disse che per tutta la sua vita avrebbe avuto un'apparizione all'anno il 18 marzo (giorno del compleanno della veggente Mirjana).

L'apparizione annuale a Mirjana - il 18 marzo 1995

L'apparizione è durata dieci minuti e dopo Mirjana si è ritirata piangendo nella sua camera. Ecco cosa ha detto del suo incontro con la Madonna: "Ho pregato con la Madonna tre Padre Nostro e tre Gloria al Padre; il primo per i non credenti, cioè per coloro che non hanno conosciuto l'amore di Dio; il secondo per le anime del Purgatorio ed il terzo per le intenzioni di coloro che erano presenti all'apparizione. La Madonna ha benedetto tutti i presenti ed anche gli oggetti sacri. Durante l'apparizione la Madonna non era allegra come nelle altre apparizioni per il mio compleanno. Mi ha parlato dei segreti ma non posso dire nulla a proposito."
Alla domanda perché la veggente ha pianto e se la Madonna ha dato qualche messaggio, Mirjana ha risposto:
"E' così difficcile quando la Madonna se ne va. L'incontro con Lei significa essere riempiti di tutto ed io mi sento completa. Ma quando se ne va, capisco che sono qui sulla terra, che devo continuare senza di Lei come se fossi sola, anche se sono ben cosciente di non esserlo. E' verramente difficile, difficile... Nel messaggio la Madonna ha parlato dell' amore di cui abbiamo bisogno. Il Suo desiderio è che gli uomini si amino perché Dio è amore e se Lo amiamo, ci ameremo reciprocamente. Ho compreso questo è un messaggio di consolazione e che se abbiamo l'amore non dobbiamo temere nulla.”
Ecco il messaggio della Madonna:
"Cari figli! Da tanti anni come Madre vi insegno la fede e l'amore di Dio. Non avete dimostrato gratitudine e non avete dato gloria al Padre caro. Siete diventati vuoti ed il vostro cuore è diventato duro e senza amore per le sofferenze del vostro prossimo. Io vi insegno l'amore e vi mostro che il Padre caro ha amato voi, e non voi Lui. Ha sacrificato il proprio Figlio per la vostra salvezza, figli miei. Finché non amate, non conoscerete l'amore del Padre vostro. Non Lo conoscerete, perché Dio è amore. Amate e non abbiate paura, perché, figli miei, nell'amore non c'è paura. Se i vostri cuori sono aperti al Padre e sono pieni d'amore per Lui, perché allora avere paura di ciò che arriva? Hanno paura coloro che non amano perché aspettano le punizioni e perché sanno quanto sono vuoti e duri. Figli, io vi guido verso l'amore, verso il Padre caro. Vi guido verso la vita eterna. La vita eterna è mio Figlio. Ricevetelo ed avete ricevuto l'amore."

L'apparizione annuale a Mirjana - il 18 marzo 1996

Anche quest'anno la veggente Mirjana Dragicevic-Soldo ha avuto l'apparizione annuale il 18 marzo. Dopo l'apparizione Mirjana ha trasmesso il messaggio della Madonna:
"Cari figli! Desidero che riflettiate lungamente su questo messaggio che vi do oggi attraverso la mia serva. Figli miei, grande è l'amore di Dio. Non chiudete gli occhi, non chiudete le orecchie mentre vi ripeto: grande è il Suo amore. Ascoltate il mio invito e la mia supplica che indirizzo a voi. Consacrate il vostro cuore e fate in esso la dimora di Dio. Che Lui vi abiti per sempre. I miei occhi e il mio cuore saranno sempre qui, anche se non apparirò più. Agite in tutto come vi chiedo e nella maniera in cui vi guido verso Dio. Non rigettate il nome di Dio per non essere rigettati. Accettate i messaggi perché possiate essere accettati. Decidetevi, figli miei, è il tempo della decisione. Abbiate un cuore giusto ed innocente perché possa condurvi al Padre vostro, poiché sono qui a causa del Suo grande amore. Grazie perché siete qui."

L'apparizione annuale a Mirjana - il 18 marzo 1997

L'apparizione è avvenuta alle 13,50 ed è durata sei minuti. La Vergine non ha parlato di segreti ed ha consegnato il seguente messaggio:
"Cari figli! In quanto madre vi prego: non seguite la strada che avete intrapeso. E' una strada senza amore verso il prossimo, verso il mio Figlio. Lungo questa strada troverete solo la durezza ed il vuoto del cuore e non la pace che tutti desiderate. Avrà la pace vera solo chi, nel suo prossimo, vede ed ama il mio Figlio. Solo se in questo cuore domina il mio Figlio, esso conosce la pace e la tranquillità. Grazie per aver risposto alla mia chiamata."

L'apparizione annuale a Mirjana - il 18 marzo 1998

L'apparizione è durata 4-5 minuti. La Vergine le ha parlato dei segreti, ha benedetto tutti i presenti ed ha dato il seguente messaggio:
"Cari figli! Vi invito ad essere la mia luce, a rischiarare tutti coloro che vivono ancora nelle tenebre ed a colmare i loro cuori con la Pace, con il mio Figlio. Grazie per aver risposto alla mia chiamata!"

L'apparizione annuale a Mirjana - il 18 marzo 1999

L'apparizione è durata 6 minuti dalle 10:14 alle 10:20 am. La Madonna ha parlato dei segreti. Ha benedetto tutti.
"Cari figli! Io desidero che voi affidiate a me i vostri cuori, così che possa condurvi nella strada che porta alla luce e alla vita eterna. Non voglio che i vostri cuori errino nelle tenebre di oggi. Io vi aiuterò. Io sarò con voi in questa strada in cui si scopre l'amore e la misericordia di Dio. Come madre, vi chiedo di permettermi di farlo. Grazie per avere risposto alla mia chiamata."

L'apparizione annuale a Mirjana - il 18 marzo 2000

L'apparizione è durata circa 5 minuti è iniziata alle 9.55. La Madonna ha pregato su tutti e ha benedetto tutti. Mirjana ha raccomandato specialmente i malati. Questa volta la Madonna non ha parlato dei segreti.
"Cari figli! Non cercate la pace e il benessere invano nei luoghi sbagliati e nelle cose sbagliate. Non permettete ai vostri cuori di diventare duri amando la vanità. Invocate il nome di mio Figlio. Ricevete Lo nel vostro cuore. Solo nel nome di mio Figlio sperimenterete il vero benessere e la vera pace nel vostro cuore. Solo così conoscerete l'amore di Dio e lo diffonderete. Vi invito a diventare i miei apostoli."

L'apparizione annuale a Mirjana - il 18 marzo 2001

L’apparizione è iniziata alle 9.45 ed è durata 5 minuti. La veggente Mirjana ha detto che le parole della Vergine erano molto risolute. Ha benedetto tutti i presenti ed ha inviato il seguente messaggio:
“Cari figli! Oggi vi invito all’amore ed alla misericordia. Donatevi amore gli uni gli altri, come il Padre lo dona a voi. Siate misericordiosi (pausa) di cuore. Fate opere buone senza aspettare troppo a lungo. Ogni misericordia che esce dal vostro cuore vi avvicina a mio Figlio. ”

L'apparizione annuale a Mirjana - il 18 marzo 2002

L’apparizione è iniziata alle ore 9.27 h ed è durata fino alle ore 9.34. La Gospa ha dato il seguente messaggio:
“Cari figli! Come madre vi prego, aprite il vostro cuore, offritelo a me e non abbiate paura di nulla. Io sarò con voi e vi insegnerò come mettere Gesù al primo posto. Vi insegnerò ad amarlo e ad appartenere totalmente a Lui. Comprendete, cari figli, che senza il mio Figlio non c’è salvezza. Bisogna che sappiate che è Lui il vostro inizio e la vostra fine. Solamente con questa conoscenza potete essere felici e meritare la vita eterna. Io, come vostra madre, questo desidero per voi. Grazie per aver risposto alla mia chiamata.”

L'apparizione annuale a Mirjana - il 18 marzo 2003

L’apparizione è iniziata alle 8:55 ed è durata fino alle 9:02. La Vergine ha dato il seguente messaggio:
“Cari figli, particolarmente in questo tempo santo di penitenza e di preghiera, vi invito ad una scelta. Dio vi ha dato libertà di scegliere la vita o la morte. Ascoltate con il cuore i miei messaggi per riconoscere cosa dovete fare e come troverete la via che conduce alla vita. Figli miei senza Dio non potete nulla, questo non dimenticatelo nemmeno per un istante. Chi siete voi e cosa fate sulla terra dal momento che andrete a finire sotto terra. Non adirate Dio, ma seguitemi verso la vita. Grazie perchè siete quì.”

L'apparizione annuale a Mirjana - il 18 marzo 2004

L’apparizione è iniziata alle 13:58 ed è durata fino alle 14:03. La Vergine ha dato il seguente messaggio:
Cari figli! Anche oggi, guardando a voi desidero dirvi, col cuore pieno di amore, che quello che cercate insistentemente, quello a cui anelate, figlioli miei, è qui davanti a voi. E’ sufficiente che in un cuore purificato mettiate mio Figlio al primo posto e potrete vedere. Ascoltatemi e permettetemi di condurvi maternamente a questo.

L'apparizione annuale a Mirjana - il 18 marzo 2005

L’apparizione è iniziata alle 14:09 ed è durata fino alle 14:14. La Vergine ha dato il seguente messaggio:
"Cari figli, io vengo a voi come Madre che al di sopra di tutto ama i suoi figli. Figli miei, desidero insegnare anche a voi ad amare. Io prego per questo. Prego affinchè riconosciate mio Figlio in ogni vostro prossimo. La via che porta a mio Figlio, che è vera pace e amore, passa attraverso l’amore al prossimo. Figli miei, pregate e digiunate affinchè il vostro cuore sia aperto per questa mia intenzione.”

L'apparizione annuale a Mirjana - il 18 marzo 2006

L’apparizione è iniziata alle 13:59 ed è durata fino alle 14:04. La Vergine ha dato il seguente messaggio: “Cari figli! In questo tempo quaresimale vi invito alla rinuncia interiore. La strada che vi conduce a questa (rinuncia) passa attraverso l’amore, il digiuno, la preghiera e le opere buone. Solo con una totale rinuncia interiore riconoscerete l’amore di Dio e i segni del tempo in cui vivete. Sarete testimoni di questi segni e comincerete a parlare di essi. A questo desidero condurrvi. Grazie per avermi risposto.”

L'apparizione annuale a Mirjana - il 18 marzo 2007

L’apparizione è iniziata alle 14:07 ed è durata fino alle 14:12. La Vergine ha dato il seguente messaggio:
„Cari figli, vengo a voi come Madre con doni. Vengo con amore e misericordia. Cari figli, in me c'è un cuore grande. Desidero che in esso siano tutti i vostri cuori, purificati col digiuno e la preghiera. Desidero che insieme, per mezzo dell'amore, i nostri cuori trionfino. Desidero che attraverso questo trionfo vediate la vera verità, la vera via, la vera vita. Desidero che possiate vedere mio Figlio. Vi ringrazio.“

L'apparizione annuale a Mirjana - il 18 marzo 2008

L’apparizione è iniziata alle 14:01 ed è durata fino alle 14:08.
Mirjana ha riferito le seguenti parole:
Non ho mai visto la Madonna rivolgersi a noi in questo modo. Ha steso le sue braccia verso di noi e con le braccia così distese ha detto:
Cari figli, oggi tendo le mie braccia verso di voi. Non abbiate paura di accoglierle. Esse vi vogliono dare amore, pace e aiutarvi nella salvezza. E per questo, figli miei, accoglietele. Riempite il mio cuore di felicità e io vi guiderò verso la santità. La strada sulla quale io vi guido è difficile, piena di prove e di cadute. Io sarò con voi e le mie braccia vi sosterranno. Siate perseveranti affinché alla fine del cammino tutti insieme, nella gioia e nell’amore, potremo tenerci per le mani di mio Figlio. Venite con me, non abbiate paura. Vi ringrazio.

L'apparizione annuale a Mirjana - il 18 marzo 2009

L’apparizione è iniziata alle 13:52 ed è durata fino alle 13:58.
Mirjana ha riferito le seguenti parole:
Cari figli! Oggi vi invito a guardare in modo sincero e a lungo nei vostri cuori. Che cosa vedrete in essi? Dov'è in essi mio figlio e il desiderio di seguirmi verso Lui? Figli miei, questo tempo di rinuncia sia un tempo nel quale domandarvi: che cosa vuole Dio da me personalmente? Che cosa devo fare? Pregate, digiunate e abbiate il cuore pieno di misericordia. Non dimenticate i vostri pastori. Pregate che non si perdano e che restino in mio figlio, affinchè siano buoni pastori per il loro gregge.
La Madonna ha guardato tutti i presenti e ha contiunato: Di nuovo vi dico: Se sapeste quanto vi amo piangereste di felicità.
Grazie.

 

L'apparizione annuale a Mirjana - il 18 marzo 2010

L’apparizione è iniziata alle 13:50 ed è durata fino alle 13:54. Cari figli, oggi vi invito ad amare con tutto il  vostro cuore  e con tutta la vostra anima. Pregate per il dono dell'amore perchè quando l'anima ama chiama a se mio Figlio. Mio Figlio non rifiuta coloro che Lo chiamano e che desiderano vivere secondo Lui. Pregate per coloro che non comprendono l'amore, che non comprendono cosa significa amare. Pregate perchè Dio sia per loro padre e non giudice. Figli miei, siate voi i miei apostoli, siate il mio fiume d'amore. Io ho bisogno di voi. Grazie.
 

L'apparizione annuale a Mirjana - il 18 marzo 2011

 
L’apparizione è iniziata alle 13:46 ed è durata fino alle 13:50.
Cari figli! Io sono con voi nel nome dell’Amore più grande, nel nome del buon Dio che si è avvicinato a voi attraverso mio Figlio e vi ha dimostrato il vero amore. Io desidero guidarvi sulla via di Dio. Desidero insegnarvi il vero amore, che gli altri lo vedano in voi, che voi lo vediate negli altri, che siate fratelli a loro e che gli altri vedano in voi il fratello misericordioso. Figli miei, non abbiate paura ad aprirmi i vostri cuori. Io con amore materno vi dimostrerò che cosa aspetto da ciascuno di voi, che cosa aspetto dai miei apostoli. Incamminatevi con Me. Vi ringrazio.

 
 

L'apparizione annuale a Mirjana - il 18 marzo 2012

L’apparizione è iniziata alle 14:00 ed è durata fino alle 14:05. Cari figli! Vengo tra di voi perché desidero essere la vostra madre, la vostra interceditrice. Desidero essere il legame tra voi e il Padre celeste, la vostra mediatrice. Desidero prendervi per le mani e camminare con voi nella lotta contro lo spirito impuro. Figli miei consacratevi a Me completamente. Io prenderò le vostre vite nelle mie mani materne e vi insegnerò la pace e l’amore affidandole allora a mio Figlio. Vi chiedo di pregare e digiunare perché soltanto così saprete testimoniare il mio Figlio per mezzo del mio cuore materno in modo giusto. Pregate per i vostri pastori perché in mio Figlio possano sempre annunciare gioiosamente la Parola di Dio. Vi ringrazio.
 
 

L'apparizione annuale a Mirjana - il 18 marzo 2013

L’apparizione è iniziata alle 13:52 ed è durata fino alle 13:58.
Cari figli! Vi invito a benedire il nome del Signore con fiducia totale e gioia e a ringraziarLo col cuore di giorno in giorno per il grande amore.  Mio Figlio, attraverso questo amore dimostrato con la croce, vi ha dato la possibilità che tutto vi sia perdonato, cosicché  non abbiate a  vergognarvi, a nascondervi e per paura a non aprire la porta del proprio cuore a mio Figlio. Al contrario, figli miei, riconciliatevi con il Padre celeste perché possiate  amare voi stessi come vi ama  mio Figlio. Quando comincerete ad amare voi stessi, amerete anche gli altri uomini e in loro vedrete  mio Figlio e riconoscerete la grandezza del suo amore. Vivete nella fede! Mio Figlio tramite Me vi prepara per le opere che desidera fare tramite voi, attraverso le quali desidera glorificarsi. RingraziateLo. In modo particolare ringraziateLo per i pastori, vostri intermediari nella riconciliazione con  il Padre Celeste. Io ringrazio voi, i miei figli. Vi ringrazio.
 

L'apparizione annuale a Mirjana - il 18 marzo 2014

L’apparizione è iniziata alle 13:46 ed è durata fino alle 13:51.
Cari figli! Come madre desidero esservi d’aiuto. Con il mio amore materno desidero aiutarvi ad aprire il vostro cuore perché in esso mettiate il mio Figlio al primo posto. Desidero che, attraverso il vostro amore per mio Figlio ed attraverso la vostra preghiera, vi illumini la luce di Dio e vi riempia la misericordia di Dio. Desidero che in questo modo si allontani la tenebra e l’ombra di morte che vuole  circondarvi e sedurvi. Desidero che sentiate la gioia della benedizione della promessa di Dio.  Voi, figli dell’uomo, voi siete i figli di Dio, voi siete i miei figli. Perciò, figli miei, camminate per le vie sulle quali vi guida il mio amore, vi insegna l’umiltà, la sapienza e trova la via verso il Padre Celeste. Pregate con me per coloro che non mi accettano e non mi seguono, per coloro che, a causa della durezza del loro cuore, non possono sentire la gioia dell’umiltà, della devozione, della pace e dell’amore – la gioia del mio Figlio. Pregate perché i vostri pastori con le loro mani benedette vi diano sempre la gioia della benedizione di Dio. Vi ringrazio.
 

L'apparizione annuale a Mirjana - il 18 marzo 2015

L’apparizione è iniziata alle 13:47 ed è durata fino alle 13:53.
Cari figli! Vi prego con tutto il mio cuore, vi prego purificate i vostri cuori dal peccato  e rivolgeteli in alto  verso Dio e verso la vita eterna. Vi prego vegliate e siate aperti alla verità. Non permettete che tutte le cose di questa terra vi allontanino dalla conoscenza della vera soddisfazione che si trova nell’unione con il mio Figlio. Io vi guido sul cammino della vera sapienza perché soltanto con la vera sapienza potete conoscere la vera pace ed il vero bene. Non perdete il tempo chiedendo i segni al Padre Celeste perché il segno più grande ve l’ha già dato, ed è il mio Figlio. Perciò, figli miei, pregate affinché lo Spirito Santo possa introdurvi nella verità, aiutarvi a conoscerla e perché attraverso questa conoscenza della verità, possiate essere una cosa sola con il Padre Celeste e con il mio Figlio. Questa è la conoscenza che dona la felicità sulla terra ed apre la porta della vita eterna e dell’amore immenso. Vi ringrazio.

Messaggio del 18 marzo 2016 (Mirjana)


Cari figli, con cuore materno pieno d’amore verso voi, desidero insegnarvi l’abbandono completo a Dio Padre. Io desidero che voi impariate, guardandovi ed ascoltandovi dentro, come seguire la volontà di Dio. Desidero che voi impariate come avere fiducia nella Sua grazia e nel Suo amore come l’ho sempre avuta io. Per questo, cari figli, purificate i vostri cuori, liberatevi da tutto quello che è terreno e permettete a ciò che è di Dio, attraverso le vostre preghiere e il sacrificio, di formare la vostra vita cosicché nei vostri cuori, possiate avere il regno di Dio, possiate iniziare a vivere partendo da Dio Padre e a camminare sempre con mio Figlio. Per tutto questo, cari figli, dovete essere puri nello spirito ed essere pieni di amore e di misericordia. Dovete avere cuori puri e semplici e dovreste essere sempre pronti a servire. Cari figli, ascoltatemi! Io dico tutto questo per la vostra salvezza. Vi ringrazio.




 Fonte:http://www.medjugorje.hr/it/fenomeno-di-medjugorje/apparizioni-annuali/

giovedì 10 marzo 2016

L’idea di costruire la croce venne dal Vaticano e il 16 marzo ricorrerà l'82° anniversario

Anniversario della costruzione della croce sul Križevac

data: 08.03.2016.
Mercoledì 16 marzo prossimo ricorrerà l’ottantaduesimo anniversario della conclusione dei lavori di costruzione della croce sul Križevac e della celebrazione della prima Santa Messa ai suoi piedi. L’idea di costruire la croce venne dal Vaticano: Papa Pio XI, infatti, espresse il desiderio che, in occasione del millenovecentesimo anniversario della morte di Cristo, venissero edificate delle croci sulle alture di tutto il mondo. Una delle persone che accolse quel suggerimento fu fra Bernardin Smoljan, l’allora parroco di Medjugorje. Egli comunicò l’idea ai suoi parrocchiani nel gennaio del 1934, ed essa fu accolta da tutta la parrocchia con molto entusiasmo. Così gli allora parrocchiani di Medjugorje portarono, sul monte allora chiamato “Šipovac”, letteralmente sulle loro spalle dei pesi gravosi, e la costruzione della grande croce in cemento venne completata in soli trenta giorni. Il 16 marzo del 1934 il parroco la benedisse e celebrò la prima Santa Messa sul monte Križevac. Nell’arco degli ultimi tre decenni, esso è divenuto una tappa irrinunciabile per molti pellegrini che si recano a Medjugorje. Ogni venerdì pomeriggio parrocchiani e pellegrini salgono il Križevac compiendo il pio esercizio della Via Crucis. Due anni fa, in occasione dell’ottantesimo anniversario della costruzione della croce, è stata anche organizzata una solenne Giornata Accademica, nel corso della quale è stato tra l’altro proiettato un documentario riguardante proprio la costruzione della croce sul Križevac. Sono molti i pellegrini che sono saliti su quel monte per incontrare spiritualmente Gesù nella sua Passione e scoprire così il suo amore.
Fonte: http://www.medjugorje.hr/it/attualita/anniversario-della-costruzione-della-croce-sul-krizevac,7737.html

giovedì 3 marzo 2016

Domani 4 marzo si concluderà a Medjugorje il 23° Incontro Internazionale degli organizzatori .....


 Foto di Mario Narcisi 

Lunedì 29 febbraio ha avuto inizio, a Medjugorje, il Ventitreesimo Incontro Internazionale degli organizzatori di pellegrinaggi e delle guide di centri della pace, gruppi caritativi e di preghiera legati a Medjugorje. A detto Seminario, che si protrarrà fino al 4 marzo, stanno prendendo parte circa duecentosettanta partecipanti, provenienti da venticinque paesi ossia: Lituania, Russia, Bielorussia, Ucraina, Germania, Svizzera, Austria, Ungheria, Croazia, Slovenia, Bosnia Erzegovina, Polonia, Francia, Spagna, Guatemala, Slovacchia, Repubblica Ceca, Italia, Russia, USA, Portogallo, Canada, Inghilterra, e Romania. L’incontro è caratterizzato da un tema legato all’Anno della Misericordia: “Siate misericordiosi come è misericordioso il Padre vostro”. Coordinatore dell’evento è fra Marinko Šakota, parroco di Medjugorje, che, all’inizio, ha tra l’altro indicato ciò a cui Medjugorje ci invita: “Spero che questa esperienza sarà per noi bella anche quest’anno, come desidera la Madonna. Medjugorje ci mostra che non è necessario cambiare gli altri, ma noi stessi. Che dobbiamo crescere nell’amore, nel perdono, nella conoscenza di noi stessi e di Dio. Medjugorje è una via verso la pace, è una mano rivolta verso il nostro cuore. È così che si entra nella scuola della Madonna. Medjugorje è una benedizione per la Chiesa, uno strumento per il risveglio della fede e della conversione”. Tra i partecipanti abbiamo incontrato Nikola Đukić, che organizza pellegrinaggi a Medjugorje dalla Spagna ed è alla sua seconda partecipazione al Seminario: “Qui, a Medjugorje, la Madonna mi ha dato una seconda possibilità di vivere. Sono venuto qui per la prima volta nel 2003 e non ero credente. Per sfuggire ai miei problemi, sono entrato nella Comunità Cenacolo e vi sono rimasto sei anni. Allora la Madonna è entrata nella mia vita. In seguito ho conosciuto la ragazza che sarebbe poi diventata mia moglie, che è spagnola. Ora organizziamo pellegrinaggi a Medjugorje dalla Spagna. Non avrei mai pensato che un giorno l’avrei fatto. Le persone che avevano sentito la nostra storia, che ci siamo conosciuti a Medjugorje e che io mi sono convertito, hanno cominciato a chiederci di accompagnarle durante i loro pellegrinaggi. Tutto è cominciato così, spontaneamente. Medjugorje è la mia vita, qui io sono rinato”. Nikola ha poi aggiunto: “È molto importante che noi diveniamo una testimonianza di Medjugorje con la nostra vita. Le cose più importanti di questi incontri, per me, sono le conferenze di fra Marinko, l’attività a gruppi linguistici e la condivisione di esperienze con altri organizzatori di pellegrinaggi, soprattutto spagnoli”. Oltre ad ascoltare varie conferenze, i partecipanti prenderanno anche parte al programma liturgico di preghiera serale, che si svolge quotidianamente presso la chiesa parrocchiale di Medjugorje, svolgeranno attività divisi per gruppi linguistici e saliranno in preghiera la Collina delle apparizioni ed il Križevac.   

 Fonte:http://www.medjugorje.hr/it/attualita/inizio-del-ventitreesimo-incontro-internazionale-degli-organizzatori-di-pellegrinaggi-e-delle-guide-di-centri-della-pace-gruppi-caritativi-e-di-preghiera,7750.html

mercoledì 2 marzo 2016

Quello che ha detto la veggente Marija dopo aver ricevuto il messaggio del 25 feb 2016


MESSAGGIO DELLA REGINA DELLA PACE :
"Cari figli! In questo tempo di grazia vi invito tutti alla conversione. Figlioli, amate poco, pregate ancora meno. Siete persi e non sapete qual'è il vostro scopo. Prendete la croce, guardate Gesù e seguiteLo. Lui si dona a voi fino alla morte in croce perché vi ama. Figlioli, vi invito a ritornare alla preghiera del cuore perché nella preghiera possiate trovare la speranza ed il senso della vostra esistenza. Io sono con voi e prego per voi. Grazie per aver risposto alla mia chiamata.”

Al telefono a Radio Maria , Padre Livio con la veggente Marija:
P. Livio: Cosa ne pensi? Mi sembra il messaggio di una Madre preoccupata perchè siamo un po’ tiepidi.
Marija: La Madonna è molto concreta. Ci chiama alla conversione. Quaresima è tempo di conversione, è tempo di grazia, è tempo di penitenza, tempo di rinunce, ma oggi in modo speciale la Madonna ci ha voluto dire che dobbiamo fare di più, dobbiamo cambiare la nostra vita, dobbiamo amare di più. Infatti dice: “Amate poco, pregate ancora meno”. Uno che ama Dio sopra ogni cosa, prega ed è in contatto con Dio. Lei ci chiede: “Prendete la Croce, guardate Gesù e seguiteLo”. Noi non siamo abbastanza coscienti della grazia che stiamo vivendo, del dono che abbiamo tra le mani... Tante persone dicono: io mi sono convertito, sono andato a Medjugorje e mi sono convertito. Allora io comincio a ridere: forse hai cominciato a cambiare qualcosa, ma la conversione dura tutta la vita. Ognuno di noi ogni mattina quando si sveglia deve dire: oggi voglio essere migliore di ieri, perché sempre dentro di noi c’è una battaglia tra il bene e il male. Noi siamo chiamati in modo speciale ad essere amore, ad essere preghiera, ad essere quello che Gesù ci chiede: essere amore fino alla morte.

P. Livio: Forse per questo tempo di Quaresima e poi per la Pasqua, conversione vuol dire anche preparare una bella confessione come la Chiesa raccomanda almeno nel tempo pasquale...
Marija: Non solo. La Madonna a Medjugorje ha cominciato a chiamarci tutti a prendere una guida spirituale, prendere un sacerdote, un confessore, e settimanalmente o almeno mensilmente fare con lui un cammino. Oggi purtroppo è diventato tutto un po’ banale, non abbiamo una meta, non abbiamo il desiderio di essere santi. Oggi il mondo ci propone i calciatori, le ballerine, le veline e non abbiamo più esempi. Infatti la Madonna ci ha detto in un messaggio: “Prendete le vite dei Santi, leggetele, imitateli”. Perché oggi a noi manca la concretezza. Oggi i nostri giovani sono presi da tante distrazioni, tante vanità, mentre la Madonna ci chiede di lasciare le vanità e di seguire Gesù che è morto sulla Croce per noi, perché ci ama. Oggi purtroppo non ci sono più quelle figure che attirano i giovani come un San Filippo Neri, un Don Bosco e tanti altri Santi, che erano delle calamite. Però grazie a Dio abbiamo il Santo Padre Papa Francesco che ci sta attirando, sta parlando in modo semplice, in modo profondo. Noi dobbiamo essere concreti come fa il Papa ogni giorno nella predica durante la Santa Messa a Santa Marta. Però c'è il pericolo che rimangano solo parole e non fatti.

P. Livio: Con questa frase: “Siete persi e non sapete qual è il vostro scopo“, io credo che la Madonna, in questo tempo di Quaresima, ci voglia mettere davanti agli occhi qual è lo scopo della vita, cioè seguire Gesù con la sua Croce.
Marija: E’ vero. Io penso che dove c’è consumismo, materialismo, si sente di più questa perdizione delle anime e per questo credo profondamente che la Madonna ci sta chiamando e ci sta dicendo: “Ritornate a Dio perché senza Dio non avete futuro, senza Dio non c’è neanche la pace e la gioia di vivere” (cfr. mess. 25-12-1998).

P. Livio: Questa frase: “Prendete la Croce, guardate Gesù e seguitelo“ mi fa ricordare che un Venerdì Santo la Madonna vi ha fatto vedere Gesù durante la passione.
Marija: Sì, è stata una volta quando eravamo perseguitati. Abbiamo sofferto tanto, ci hanno portato in manicomio in mezzo a tanti matti e ci hanno detto: finirete anche voi così. C’era il comunismo, noi eravamo bambini ed eravamo spaventati. Quando la Madonna quel giorno ci ha detto: “Loro cercheranno di darvi da mangiare e da bere; voi non dovete prendere niente!“. Volevano drogarci. Lo abbiamo saputo dopo attraverso una persona del governo: avevano programmato di drogarci per farci poi apparire in televisione e dire che eravamo drogati. Ce ne hanno dette di tutti i colori, ci hanno spaventato, hanno detto che il papà di Vicka, che era in Germania a lavorare, al ritorno l'avrebbero messo in prigione, che moriranno di fame perchè lui non potrà più sostenere la sua famiglia, che ci chiuderanno nel manicomio con tutti i pazzi... La sera ci hanno riportato alla chiesa e mentre da lì andavamo verso casa, stremati, al buio, la Madonna è apparsa e noi piangendo Le abbiamo detto che non ne potevamo più e che non meritavamo tutto quello che ci stavano facendo. Allora la Madonna ci ha mostrato Gesù e ci ha detto: “Come Lui ha fatto per amore verso di voi e verso l’umanità, anche voi fatelo per Lui“. Noi abbiamo visto Gesù con la corona di spine, flagellato, ferito e grondante sangue. Gesù ci ha guardato, ma non ha detto niente. Quella notte non ho dormito... La Madonna ci dice di essere fieri d'essere cristiani, di essere testimoni gioiosi, perché anche i primi cristiani erano maltrattati e martirizzati; anche oggi molti cristiani stanno subendo la morte in tante parti del mondo, mentre il mondo resta indifferente. Quando viene ucciso un cristiano non si parla... Io credo profondamente che la Madonna ci sta preparando per quello che Lei ha detto sarà il trionfo del suo Cuore Immacolato, ma dobbiamo passare anche per queste tribolazioni. La Madonna ci chiama a testimoniare con coraggio perché vedano che noi cristiani siamo differenti, perché abbiamo pazienza, amore, comprensione, preghiamo, siamo solari, siamo positivi. Gesù ci chiama a questo. Lui ha sofferto ed è morto sulla Croce per noi, ma poi è risorto... Noi dobbiamo combattere anche con noi stessi, non dobbiamo lasciarci comandare dalla televisione, ma dobbiamo essere liberi. Il nostro cuore non trova pace se non in Dio, ma tante volte andiamo in posti sbagliati e cerchiamo invano la gioia lontano da Dio. Per questo la Madonna rimane così a lungo per dirci: “Senza Dio non avete futuro, non c'è gioia, ma soprattutto non c'è salvezza eterna.” (mess. 25-04-1997). Ritorniamo a Dio, perché quando abbiamo Dio ci sentiamo realizzati, ci sentiamo bene, ci sentiamo persone positive... Quando incontro persone “lontane”, dico loro che non troveranno mai né gioia di vivere, né pace, se non ritornano alla preghiera, a Dio. Poco alla volta, come ha fatto la Madonna con noi. Ci ha detto di cominciare con 7 Pater-Ave-Gloria. Poi si prega sempre di più fino a quando la preghiera diventa gioia... Ci sono tanti libriccini semplici che possono aiutare a pregare col cuore... anche la coroncina della misericordia o la novena a Maria che scioglie i nodi o le orazioni di Santa Brigida... L'imitazione di Cristo...
Questa sera la Madonna era seria, ma decisa. La Sua presenza in mezzo a noi è segno del grande amore di Dio verso l'umanità. E' una grande grazia, che nasce dall'amore che Gesù ha verso l'umanità e lo dimostra mandando la Sua Madre in mezzo a noi.
<<< >>>
Marija ha quindi pregato il “Magnificat” e il Gloria.
... e Padre Livio ha concluso con la benedizione.
Marija e P. Livio
Fonte: http://www.medjugorje-oggi.org/commento.htm

ASCOLTA IL MESSAGGIO DEL 2 MARZO 2016 DELLA REGINA DELLA PACE

CLICCARE SULL'IMMAGINE E ASPETTARE CHE DI CARICHI

MESSAGGIO DEL 2 MARZO 2016 DATO ALLA VEGGENTE MIRJANA

“Cari figli, la mia venuta a voi è per voi un dono del Padre Celeste. Per mezzo del suo amore vengo per aiutarvi a trovare la via verso la verità, a trovare la via verso mio Figlio. Vengo a confermarvi la verità.
 Desidero ricordarvi le parole di mio Figlio
Egli ha pronunciato parole di salvezza per il mondo intero, parole d’amore per tutti, l’amore che ha mostrato col suo sacrificio. 
Anche oggi però molti miei figli non lo conoscono, non vogliono conoscerlo, sono indifferenti. A causa della loro indifferenza, il mio Cuore soffre amaramente.  

Mio Figlio è sempre stato nel Padre. Nascendo sulla terra, ha portato la Divinità, mentre da me ha assunto l’umanità. Con lui la Parola è giunta in mezzo a noi. Con lui è giunta la Luce del mondo, che penetra nei cuori, li illumina, li ricolma d’amore e di consolazione.  

Figli miei, possono vedere mio Figlio tutti quelli che lo amano, poiché il suo volto è visibile attraverso le anime che sono ricolme d’amore verso di lui. Perciò, figli miei, apostoli miei: ascoltatemi! 
Lasciate la vanità e l’egoismo.
 Non vivete soltanto per ciò che è terreno, materiale.
 Amate mio Figlio e fate sì che gli altri vedano il suo volto attraverso il vostro amore verso di lui. Io vi aiuterò a conoscerlo il più possibile. 
Io vi parlerò di Lui.
 Vi ringrazio”.


02.03.2016 "Draga djeco,
Moj dolazak k vama je dar Nebeskog Oca za vas. Po njegovoj ljubavi dolazim da vam pomognem naći put k istini, naći put k mome Sinu. Dolazim da vam potvrdim istinu. Želim vas podsjetiti na riječi moga Sina. On je izgovarao riječi spasenja za cijeli svijet, riječi ljubavi za sve, ljubavi koju je dokazao svojom žrtvom. Ali i danas mnoga ga moja djeca na poznaju, ne žele ga upoznati, ravnodušna su. Zbog njihove ravnodušnosti moje srce bolno pati. Moj Sin je uvijek bio u Ocu. Rađajući se na zemlji donio je božansko, a od mene stekao ljudsko. S njim je među nas došla riječ. S njim je došla svjetlost svijeta koja prodire u srca, obasjava ih i ispunjava ih ljubavlju i utjehom. Djeco moja, moga Sina mogu vidjeti svi oni koji ga ljube, jer njegovo se lice vidi po dušama koje su ispunjene ljubavlju prema njemu. Zato, djeco moja, apostoli moji, poslušajte me. Ostavite se ispraznosti i sebičnosti. Ne živite samo za zemaljsko, materijalno. Ljubite moga Sina i učinite da drugi vide njegovo lice po vašoj ljubavi prema njemu. Ja ću vam pomoći da ga što više upoznate. Ja ću vam pričati o njemu. Hvala vam.